Paccheri ai frutti di mare

Paccheri ai frutti di mare

Come si preparano i paccheri ai frutti di mare? Qual’è la ricetta per cucinare i paccheri ai frutti di mare? Ci sono diverse ricette per cucinare questo piatto e a volte sono anche molto differenti tra di loro. Ciò dipende in primo luogo dagli ingredienti utilizzati e più nello specifico dai frutti di mare con cui vengono conditi i paccheri. Visto che con il termine frutti di mare si indicano sia i molluschi che i crostacei e bene sapere che possono essere preparati utilizzando entrambi, ma spesso al ristorante vengono preparati solo con le cozze, le vongole e le fasolari oppure a questi ingredienti vengono anche aggiunti i gamberi, le seppie e i calamari ma in questo caso sarebbe meglio indicare la ricetta con un’altro nome più completo e specifico come in questo caso in cui si capisce meglio la varietà di frutti di mare che compongono la ricetta. Quindi non è un errore tecnico della ricetta di per se ma piuttosto relativo ai frutti di mare che si hanno a disposizione. Naturalmente  se si devono cuocere solo i molluschi, la ricetta è più semplice e veloce mentre se si vogliono aggiungere anche i crostacei, la difficoltà aumenta soprattutto in termini di tempo. Inoltre i paccheri ai frutti di mare possono essere preparati in bianco o con i pomodori, tenendo presente che nella ricetta tradizionale è prevista l’aggiunta di pomodorini freschi. Oggi vedremo nel dettaglio la ricetta dei paccheri ai frutti di mare che possono essere preparati da tutti in solo 15-20 minuti.

Ricetta Paccheri ai frutti di mare

  • 350 gr di paccheri detti anche schiaffoni
  • 8 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 peperoncino rosso piccante
  • 8 pomodorini
  • 500 gr di cozze
  • 250 gr di vongole
  • 250 gr di fasolari o telline
  • 2 cucchiai di prezzemolo tritato
  • sale q.b.

Come preparare i paccheri ai frutti di mare

Visto che è una ricetta molto veloce, mettete una pentola piena d’acqua sul fuoco e portatela al bollore. Intanto lavate e pulite le cozze, sciacquate le vongole e le fasolari.

In un’altra pentola, fate imbiondire uno spicchio d’aglio con due cucchiai d’olio poi unite i frutti di mare e fateli aprire aspettando circa 5 minuti. Filtrare il liquido di cottura e tenere da parte,  sgusciare quasi la metà di tutti i frutti di mare sistemandoli in due piatti diversi.

Tagliate a fettine lo spicchio d’aglio e fatele rosolare in un ampia padella, appena comincia ad imbiondirsi aggiungere anche un peperoncino tritato che può essere sia quello secco che fresco. Intanto lavate i pomodorini e tagliateli a metà poi spostate la padella dal fuoco ed unite i pomodorini.

Rimettere la padella sul fuoco a fiamma alta per far scottare i pomodorini poi dopo circa 1 minuto, aggiungere i frutti di mare che avete sgusciato e parte del liquido di cottura, aggiungete anche un pizzico di sale e il prezzemolo tritato. Lasciate cuocere per un paio di minuti.

Intanto l’acqua della pentola della pasta stà bollendo, quindi potete lessare i paccheri che hanno un tempo di cottura di circa 13 minuti ma cercate di scolarli molto al dente perchè devono mantecare insieme al condimento a base di frutti di mare.

Mentre mantecate i paccheri potete aggiungere altro liquido di cottura dei frutti di mare in modo da ottenere una consistenza perfetta.

Appena sono pronti, impiattare i paccheri e decorare con i frutti di mare interi, spolverare con del prezzemolo fresco e servire.

Note: La ricetta può variare in base al numero di persone. Infatti se dovete fare i paccheri ai frutti di mare per un paio di persone non c’è bisogno di far aprire i molluschi a parte ma piuttosto possono essere aggiunti nella padella dopo aver scottato i pomodorini. In questo modo è più facile far asciugare il liquido di cottura dei molluschi, che in altri casi potrebbe essere troppo soprattutto se si utilizza una quantità di cozze superiore rispetto a quanto indicato nella ricetta dei paccheri ai frutti di mare.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>