Petto di pollo alla piastra


Petto di pollo alla piastra: ricetta per un secondo piatto col pollo facile e gustoso

petto di pollo alla piastra dopo la cotturaIl petto di pollo alla piastra è un secondo piatto di carne bianca con poche calorie, che si cucina in modo facile e veloce, oppure dopo averlo fatto marinare per alcune ore.

Spesso la preparazione del pollo alla piastra delude le nostre aspettative, perché, piuttosto che essere morbido, assume dopo la cottura una consistenza secca. Oggi ho trovato un messaggio di Dario, che tra l’altro è un grande appassionato del blog, il quale mi ha scritto: come si fa il petto di pollo alla piastra?

Per questa domanda, molte persone possono pensare: ma che ci vuole a fare il petto di pollo alla piastra, è una ricetta così semplice, che potrebbe cucinare anche un bambino!

Invece è proprio qui il problema, che, per ottenere un buon petto di pollo alla piastra, bisogna seguire dei passaggi nella preparazione e nella ricetta, che vanno dalla piastra stessa che viene utilizzata, dal modo in cui si fa riscaldare e da quante volte il petto di pollo viene girato durante la cottura.

Infatti, più che una ricetta, definirei questo articolo una vera e propria guida su come fare un buon petto di pollo alla piastra, con tutti quelli che sono i consigli indispensabili per renderlo morbido e succulento, con inoltre il procedimento nel caso si voglia fare il petto di pollo alla piastra marinato. Potete aiutarvi con l’apposito approfondimento, che si trova all’interno della ricetta. Vediamo di seguito tutto quello che serve e come procedere nella preparazione.

Ricetta petto di pollo alla piastra

Ingredienti per 4 porzioni:

  • 4 fette di petto di pollo di circa 1 cm di spessore, oppure 8 fettine tagliate più sottili
  • sale e pepe q.b.
  • olio extravergine q.b.
  • succo di limone q.b.

Altri ingredienti sono facoltativi come il rosmarino, la salvia o una miscela di erbe e sale, comunemente chiamata “Ariosto”, che può essere utilizzata durante la cottura per insaporire il tutto.

Se invece si vuole fare il petto di pollo alla piastra marinato, bisogna seguire questo procedimento, in cui ci sono tutti i consigli da seguire.

Come fare petto di pollo alla piastra

Per prima cosa bisogna assicurasi che la piastra sia ben pulita e non presenti residui alimentari derivanti da cotture precedenti. La piastra migliore per questo tipo di cottura è quella in ghisa, che comunemente chiamata anche bistecchiera.

Dopo i preliminari della preparazione, è il momento di togliere le fette di petto di pollo dal frigo, in modo che non siano molto fredde, prima di passare alla cottura, anche nel caso in cui le abbiate marinate.

petto di pollo alla piastra durante la cotturaCome cuocere il petto di pollo alla piastra

Per prima cosa bisogna mettere la piastra sul fuoco e lasciarla riscaldare per almeno 5-10 minuti, in modo, che quando vengono adagiate le fette di pollo, queste non rimangano attaccate, ma si possano rigirare con estrema facilità.

Alcune volte si preferisce passare sulla piastra un tovagliolo imbevuto di olio, per creare una sorta di strato antiaderente. Questa procedura  è da evitare, perché l’olio aggiunto in questo modo sulla piastra tenderà a fumare, diventando quindi cancerogeno.

Inoltre, non c’è neanche bisogno di aggiungere olio sulla piastra, perché sarà lo stesso calore della piastra a non far attaccare il petto di pollo.

Quindi, dopo che la piastra si è riscaldata per bene, adagiare due per volta le fette di petto di pollo. Aggiungerne troppe può far diminuire il calore stesso della piastra, soprattutto quando si utilizzano i fuochi della cucina che abbiamo a casa. Da questo deriva che le fette di pollo non hanno modo di cuocere in maniera perfetta.

Tempo di cottura petto di pollo alla piastra

Il risultato ottimale per cuocere il petto di pollo alla piastra dipende dal tempo di cottura, che deve essere di pochi minuti, in modo che possa venire morbido e succulento. Dunque, dopo aver messo il petto di pollo sulla piastra, aspettare che la parte rivolta verso l’alto assuma un colore chiaro, a questo punto rigirare il petto di pollo dall’altro lato e lasciarlo cuocere per altri 2-3 minuti.

Il petto di pollo alla piastra non deve essere girato molte volte, altrimenti diventa secco e asciutto. Infatti uno degli sbagli più comuni della cottura è proprio questo. Se, invece, viene girato solo una volta, tutti i succhi non hanno modo di fuoriuscire.

Questa regola non si può applicare per delle fette di petto di pollo con uno spessore maggiore, che invece devono essere cotte rigirandole due volte per lato, posizionandole nella direzione opposta sulla griglia, in modo da ottenere il classico effetto grigliato.

Dopo aver completato la cottura, sistemare il petto di pollo nei piatti, evitando di sovrapporli, aggiungere un pizzico di sale e pepe.

Come condire il petto di pollo alla piastra

Potete condire le fettine con un filo di olio a crudo ed accompagnarle con uno spicchio di limone, oppure si può preparare un’emulsione di olio e limone, oppure olio e aceto di vino bianco o balsamico. Inoltre si possono anche aggiungere delle erbe aromatiche tritate, nel caso in cui non abbiate utilizzato ulteriori spezie durante la cottura.

Consigli: questo è un piatto che deve essere cucinato in modo molto semplice e pertanto solo seguendo i consigli della cottura potete preparare un petto di pollo alla piastra buono, leggero e delicato. Il condimento è un qualcosa in più, che può variare in base ai gusti.

Ti è piaciuta questa ricetta? Vorresti essere aggiornato sulle nostre ricette e i nostri consigli in cucina?
Iscriviti subito alla newsletter di Ricette di Gusto!


Petto di pollo alla piastra
Tempo di preparazione: 5M
Tempo di cottura: 5M
Tempo totale: 10M
Voto:
Basato su 22 Recensioni
La ricetta ti è piaciuta?
VOTA ADESSO
loading...