Seitan fatto in casa


seitan fatto in casaIl seitan è un alimento vegan che si ottiene dal glutine estratto dalla farina. Ecco la ricetta del seitan fatto in casa con ingredienti semplici.

Per la preparazione del seitan si utilizza la farina di grano duro, kamut o manitoba che ha una percentuale di glutine maggiore rispetto alla farine comuni. Dopo aver impasta la farina con una parte di acqua si ottiene un panetto che deve essere lasciato a bagno in un recipiente colmo d’acqua. Trascorso il tempo di riposo che può variare da 2 a 12 ore si passa alla fase del risciacqua in cui l’impasto viene liberato dell’amido e della crusca per effetto di un’impastatura fatta in un recipiente dove viene fatta cadere l’acqua corrente. La fase di risciacquo dura all’incirca 30 minuti in quanto man mano che l’impasto viene lavorato con le mani, rilascia tutto l’amido fino a diventare piuttosto spugnoso dal colore leggermente scuro che prende il nome di seitan. Per completare la preparazione si passa alla fase di cottura in cui il seitan assume la sua classica consistenza. Tale cottura avviene in un brodo che ne conferisce anche il sapore. Vediamo nel dettaglio il procedimento completo per questa preparazione vegetariana.

Ingredienti e ricetta del seitan fatto in casa

Per l’impasto:

  • 1 kg di farina integrale o Manitoba
  • 600 ml d’acqua

Per il brodo:

  • 2 litri d’acqua
  • 50 ml di salsa di soia
  • 1 gambo di sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 2 fogli di alga kombu (facoltativo)
  • 2 cucchiai di sale

Come preparare il seitan fatto in casa

Prendete una ciotola larga e capiente e versate l’acqua al suo interno. Unite gradualmente la farina e cominciate ad impastare.

Dopo aver ottenuto un impasto omogeneo, trasferirlo sulla spianatoia ed impastatelo con le mani per almeno una decina di minuti. Infatti è proprio durante la fase dell’impasto che si forma il glutine.

A questo punto potete rimettere l’impasto nella ciotola e coprirlo completamente con dell’acqua.

Adesso l’impasto deve riposare e maggiore sarà il tempo che trascorre nell’acqua e minore sarà il tempo impiegato per il risciacquo.

Se l’impasto del seitan riposa per un’ora ci vorranno circa 30 minuti per il risciacquo, se invece si lascia riposare per 12 ore ci vorranno solo 10-15 minuti per il risciacquo.

Riempire un recipiente d’acqua e adagiare dentro l’impasto per un tempo che può variare da un’ora a otto ore. Questa fase favorisce i tempi del risciacquo.

Quindi lasciate riposare l’impasto per i tempi descritti.

Risciacquo del seitan

Svuotate l’acqua che si trova all’interno della ciotola con il seitan. Posizionate la ciotola in prossimità del rubinetto dell’acqua e lasciate che la ciotola sia sempre piena di acqua. Lavorate il seitan all’interno dell’acqua con le mani come se lo stesse impastando. Noterete che man mano fuoriesce dalla ciotola una sostanza biancastra che è l’amido.  Non preoccupatevi se ad un certo punto sembra che l’impasto si stia sfaldando perché questo è normale e quindi dovete continuare a lavorarlo finché l’acqua resta limpida e l’impasto è diventato spugnoso assumendo il colore tipico del seitan.

Tempo di cottura del seitan fatto in casa

Durante la preparazione dovete mettere sul fuoco il brodo in cui verrà cotto il seitan. Quindi tagliate a pezzi il sedano, la carota e la cipolla. Mettete questi ingredienti in n tegame con l’acqua ed aggiungete la salsa di soia e l’alga komub.

Adesso sistemate l’impasto del seitan fatto in casa su un pezzo di stoffa di cotone pulita. Dopo averlo avvolto all’interno chiudere le due estremità con dello spago da cucina. Cercate di chiuderlo stretto in modo che gli date anche una forma regolare. L’impasto del seitan può essere anche avvolto in un foglio di pellicola per alimenti e poi in un foglio di alluminio. Entrambi devono essere tolti dopo i primi trenta minuti di cottura.

Quando il brodo ha raggiunto il bollore potete immergere il seitan al suo interno. Lasciate cuocere il seitan fatto in casa per 30 minuti poi alzatelo dal brodo e toglieteci il panno che l’avvolge. Rimettere il seitan nel brodo e lasciar cuocere ancora per un’ora a fiamma molto bassa.

Trascorso il tempo di cottura potete togliere il seitan dal brodo e filtrare quest’ultimo.

Come conservare il seitan fatto in casa

Il seitan può essere conservato in due modi. Il primo è quello di lasciar raffreddare completamente il seitan (meglio se con un abbattitore di temperatura) e poi metterlo in delle buste sottovuoto. L’altro modo di conservazione è quello di lasciar sempre raffreddare il seitan e anche il brodo filtrato, sistemare il saitan in un recipiente ermetico e coprirlo di brodo per poi sigillarlo con il coperchio del contenitore.

Ti è piaciuta questa ricetta? Vorresti essere aggiornato sulle nostre ricette e i nostri consigli in cucina?
Iscriviti subito alla newsletter di Ricette di Gusto!


Seitan fatto in casa
Tempo di preparazione: 30M
Tempo di cottura: 1H30M
Tempo totale: 2H
Voto:
Basato su 0 Recensioni
La ricetta ti è piaciuta?
VOTA ADESSO
loading...
Tags: