Crema di nocciole per farcire dolci e torte: deliziosa crema al cioccolato e nocciole fatta in casa

Crema di nocciole per farcire dolci e torteRicetta per crema alla nocciola squisita: ecco come preparare, in casa, una gustosa crema di nocciole da fare con la pasta di nocciole o le nocciole tostate.

La crema di nocciole può essere preparata in vari modi in base agli utilizzi. In questo caso prepareremo una crema di nocciole per farcire torte e dolci, che ha come base gli ingredienti della crema pasticcera, alla quale verrà aggiunta della pasta di nocciole, oppure delle nocciole finemente tritate.


Ingredienti e ricette crema di nocciole

Dosi per farcire una torta:

  • 500 ml di latte
  • 4 tuorli
  • 150 gr di zucchero
  • 50 gr di fecola di patate
  • 70 gr di pasta di nocciola o 100 gr di nocciole tritate nel mixer con metà dello zucchero.

Come fare la crema di nocciole

Mettere il latte in un pentolino e metterlo sul fuoco a fiamma bassa senza farlo bollire.

Intanto montare leggermente le uova con lo zucchero, dopodiché unire la fecola e stemperare il composto con un mestolino di latte. Dopo aver mescolato con cura, unire il latte a filo, continuando a mescolare.

Rimettere il tutto sul fuoco a fiamma bassa e mescolare di continuo, fino a raggiungere la consistenza desiderata.

Una volta pronta, togliere dal fuoco, unire la pasta di nocciole ed amalgamare il tutto.


Trasferire la crema in un recipiente di vetro, coprire a contatto con un foglio di pellicola trasparente e lasciar raffreddare.


Nel caso non disponiate della pasta di nocciole e vogliate utilizzare le nocciole tostate, bisogna metterle nel cutter con metà dello zucchero e ridurre il tutto in polvere. A questo punto, unire la polvere di nocciole al latte e continuare nella preparazione seguendo lo stesso procedimento.


Crema di nocciole per farcire dolci e torte
Tempo di preparazione: 10M
Tempo di cottura: 10M
Tempo totale: 20M
Voto: Vota Ricette di Gusto - 1 stelleVota Ricette di Gusto - 2 stelleVota Ricette di Gusto - 3 stelleVota Ricette di Gusto - 4 stelleVota Ricette di Gusto - 5 stelle
Basato su 13 Recensioni
La ricetta ti è piaciuta?
VOTA ADESSO

22 Comments

  • azzurra , 28/08/2014 @ 11:55

    volevo chiedere se posso mettere apposto della pasta alla nocciola o le nocciole tostate…posso mettere le fialette di nocciola perfavore aiutatemi nn so cosa fare

    • markjto , 28/08/2014 @ 12:40

      Ciao Azzurra, a questo punto ti consiglio di preparare una crema pasticcera e poi aggiungere, dopo la preparazione, le fialette di nocciola, che devono essere versate poco per volta finché il gusto della “crema alle nocciole” non è di tuo gradimento.

  • marco , 30/09/2014 @ 14:29

    Ciao
    leggo che dici di usare uovo intero. E’ corretto di solito uso solo il tuorlo.
    Ovviamente proverò ma giusto per conferma. Grazie
    Marco

    • markjto , 30/09/2014 @ 19:52

      Ciao Marco, ti ringrazio del commento che mi da la possibilità di correggere questo errore. Infatti bisogna utilizzare solo i tuorli come una normale crema. Scusa se non ti ho risposto prontamente ma oggi per me è stata una giornata molto impegnativa. Ciao Marco a presto.

  • sabrina , 28/11/2014 @ 0:13

    Ciao, volevo chiederti un consiglio, io devo ottenere una crema che resti consistente, cosa dici se aggiungo un foglio di colla di pesce?… il mio intento era di fare una torta di compleanno con una base di pandispagna e sopra prima uno strato di crema alle nocciole, poi uno di crema chantilly o crema pasticcera, che ne dici?

    • markjto , 28/11/2014 @ 11:19

      Ciao Sabrina, la tua idea mi piace molto solo che in questo caso si utilizza il principio della crema bavarese che appunto è una crema che ti permette di ottenere l’effetto di cui parli. In questo caso, dovresti preparare la crema di nocciole ed aggiungere 4 foglie di gelatina nel latte e poi dopo che hai unito la pasta di nocciole o le nocciole tritate, si mescola il tutto e si alleggerisce con della panna montata (circa 200 ml vanno bene). Per l’altra crema devi utilizzare lo stesso principio, quindi vai direttamente con la chantilly aggiungendo sempre la gelatina in modo che rimane soda. Per lo stampo, utilizza uno stampo a cerniera, metti la base di pan di Spagna sul fondo, eventualmente bagnala con una bagna al rum e poi aggiunge il primo strato di crema di nocciole (fatta raffreddare a temperatura ambiente), livelli con una spatola e poi aggiungi l’altra crema livellando il tutto. Questa bella torta puoi decorarla con una spolverata di cacao e delle nocciole tritate. Ciao fammi sapere, poi per altri consigli io sono qui.

      • Veronica , 27/10/2015 @ 11:22

        Ciao,
        Interessa anche a me questa versione più soda xche devo usarla X una torta ricoperta e decorata con PDZ quindi abbastanza pesante!
        Non ho capito però se i fogli di gelatina devo scioglierli nel latte caldo?
        E devo seguire lo stesso procedimento descritto sopra X la versione senza gelatina?
        Perché li dici di unire il latte a filo e Rimettere il tutto sul fuoco a fiamma bassa e mescolare fino a consistenza desiderata… Tutto questo lo faccio con il latte comprensivo di gelatina? E dopo aggiungo la pasta di nocciole?
        Scusami se sto facendo confusione!
        Fammi sapere presto perché dovrei farla nel pomeriggio.
        Grazie

        • markjto , 27/10/2015 @ 17:06

          Ciao Veronica, allora i fogli di gelatina vanno messi prima in un recipiente pieno d’acqua fredda per farli diventare morbidi. In media occorrono circa 5 minuti. Tu puoi fare in questo modo che è anche più semplice:
          1- fai ammorbidire la gelatina in una ciotola con dell’acqua fredda.
          2- Metti il latte in una tegame e lo poni sul fuoco a fiamma bassa in modo che si riscaldi ma senza farlo bollire.
          3- metti i tuorli in una ciotola capiente, aggiungi lo zucchero e lavori questi ingredienti con lo sbattitore per un paio di minuti.
          4- Aggiungi poco per volta la fecola ai tuorli e lo zucchero che hai montato, mescoli man mano con una frusta da cucina. Se aggiungendo la fecola noti che il composto diventa un pochino duro ed alloro ci aggiungi un pochino di latte, mescoli e finisci di aggiungere il resto della fecola.
          5- Dopo aver unito tutta la fecola, aggiungi il latte a filo e mescoli di continuo poi rimetti tutto nel tegame e lo lasci cuocere a fiamma bassa mescolando di continuo con un cucchiaio di legno con la punta piatta in modo da non far attaccare la crema al fondo del tegame.
          6- mescolare fino alla consistenza desiderata significa che deve rigirare la crema finché non si addensa (c’è chi la preferisce più densa e la fa cuocere più tempo) In media una crema deve cuocere circa 10 minuti dal primo bollore ma questo dipende dalla quantità di crema che si sta preparando, e anche dalla grandezza del tegame che si utilizza.
          7- Dopo aver fatto addensare la crema, unisci la pasta di nocciola e mescoli per bene, poi strizzi i fogli di gelatina, li unisci alla crema e mescoli nuovamente il tutto.
          note: evitare di mescolare la crema pronta con lo sbattitore perché perde consistenza, se ti vengono dei grumi passala al setaccio.
          Veronica avrei voluto risponderti prima ma ho acceso adesso il pc. Ciao.

          • Veronica , 27/10/2015 @ 19:15

            Grazie X la risposta…alla fine è arrivata con una tempistica incredibile dato che ho appena messo la torta in forno e adesso sono pronta X preparare la crema!
            Ma dammi un consiglio, io devo usarla X farcire una torta da ricoprire e decorare con pasta di zucchero…credi sia meglio fare il procedimento con la gelatina o è già abbastanza consistente la ricetta originale?
            Ultima domanda e poi giuro che ti lascio in pace:
            “Con le quantità in ricetta, si riesce a farcire a due strati una torta di che diametro?”
            Io devo fare una 25cm.
            Fammi sapere X favore e grazie per la disponibilità

          • markjto , 27/10/2015 @ 19:27

            Io farei la crema alla nocciola classica, poi dopo che si è raffreddata, la metterei nel frigorifero per una notte in modo che si rassoda per bene.
            Per farcire due stati di torta devi utilizzare 1 litro di latte, quindi devi raddoppiare le dosi. Quando preparai il tutto, vai con calma e fai raffreddare per bene la base della torta e la crema, poi non ti dimenticare di bagnare il pan di Spagna (vedi bagna al rum nella casella di ricerca) prima di farcirlo con la crema alla nocciola. Ciao e buon lavoro.

          • Veronica , 27/10/2015 @ 19:44

            Scusami, non avevo visto che mi avevi già risposto…
            Quindi se mi consigli di fare la classica ovviamente niente panna!
            O se si vuole si può comunque aggiungere?
            Io intanto inizio il procedimento “classico” e speriamo bene!
            Grazie mille sul serio… dire disponibile e dir poco!

          • markjto , 27/10/2015 @ 19:56

            Dopo aver preparato la crema alla nocciola e si è ben raffreddata, poi aggiungere 200 ml di panna montata. Ma vedi prima come ti viene la consistenza e poi decidi.

          • Veronica , 28/10/2015 @ 9:17

            Ciao,
            Ho fatto alla lettera il tuo procedimento (classico) ed è in frigo dalle 3 di notte…ora sono le 9:15 ma la crema è liquida!
            Eppure ieri quando l’ho scesa dal fuoco era bella densa…come mai secondo te?
            Che faccio?
            Solo con l’aggiunta della panna risolvo?
            Ma è proprio liquida!
            O la monto prima di aggiungere la panna montata?

          • markjto , 28/10/2015 @ 11:27

            Ciao, se la crema è diventata liquida hai utilizzato le fruste dello sbattitore per mescolarla dopo la cottura oppure hai sbagliato qualcosa. Comunque per addensare una crema liquida utilizza questo procedimento:
            1- rimetti la crema nel tegame e la fai riscaldare sul fuoco,
            2- metti 2 cucchiai di maizena in mezzo bicchiere di latte
            3- quando la crema comincia a bollire, MESCOLI VELOCEMENTE LA MAIZENA NEL LATTE CON UN CUCCHIAIO E POI LA VERSI A FILO AL CENTRO DELLA CREMA E MESCOLI DI CONTINUO. Dopo un attimo vedi che la crema comincia ad addensarsi, falla cuocere un paio di minuti e poi la trasferisci in una pirofila o in un altro recipiente per farla raffreddare.
            Oppure puoi aggiungere i fogli di gelatina facendo riscaldare la crema ma senza farla bollire.

          • Veronica , 28/10/2015 @ 11:53

            No,no…niente fruste!
            Me lo avevi specificato e io non le ho usate!
            Infatti dal fuoco “è uscita” bella densa…sembrava una crema perfetta! Ma quando ho aggiunto la pasta ha iniziato a diventare meno compatta e poi, una volta fredda, è diventata liquida ma non so xchè!
            Speravo che con qualche ora in frigo si riaddensasse un po’ ma non è successo!
            Ora provo a sistemarla ma non so quale dei due procedimenti fare.
            Se metto la gelatina devo rimettere la crema nel tegame sul fuoco, la scaldo senza farla bollire e nel frattempo faccio rivenire la gelatina (3 o 4 fogli) nell’acqua fredda giusto?
            La strizzo, E poi? Quando l’aggiungo alla crema? A fuoco spento ma mentre è ancora calda?
            Se non devo fare bollire la crema, come mi regolo X il momento giusto in cui aggiungere la gelatina?
            Dopo averla aggiunta mescolo e faccio freddare e stop giusto?
            Invece X l’altro metodo la maizena che metto nel bicchiere di latte, se non devo mescolarla, non fa “una palla” nel latte mentre aspetto che la crema bolle?
            (Preferirei fare questo metodo se lo capisco bene)
            Scusami x tutte queste domande ma sono demoralizzata xche la crema è buona ma non posso usarla così e non ho tempo di farne un’altra!
            Senti ma prendere la crema così com’è e semplicemente montarla e poi eventualmente aggiungere panna già montata no?
            Cioè che succede se monto la crema allo stato attuale?
            Spero che riusciremo insieme a salvare la mia crema….grazie…6 super gentile a “sopportarmi”!
            Aspetto la tua risposta X procedere

          • markjto , 28/10/2015 @ 12:03

            La gelatina si fa rinvenire nell’acqua fredda poi si aggiunge alla crema calda lontana dal fuoco e si mescola.
            La maizena deve essere messa in un bicchiere con latte freddo e si mescola soltanto per unirla alla crema e non avere grumi. La maizena non si scioglie nei liquidi freddi, quindi quando la mescoli con il latte la devi unire subito alla crema. Ad ogni aggiunta di latte e maizena poi mescolare questo composto, in quanto la maizena che è più pesante del latte, si deposita sul fondo del bicchiere. Il composto di maizena e latte freddo a contatto con la crema calda si addensa subito, quindi mescola la crema ad ogni aggiunta.
            Una domanda per te…cosi intendi montare la crema così com’è?

          • Veronica , 28/10/2015 @ 12:15

            Intendo che la esco dal frigo (fredda e liquida com’è allo stato attuale) e la monto con le fruste elettriche…è fattibile?
            Se non lo è, Credo che farò il procedimento con la Maizena, solo un’ultima domanda:” quando aggiungo la maizena col latte freddo nella crema calda…mescolo continuamente giusto?”
            Perché ora ha detto:”Ad ogni aggiunta di latte e maizena poi mescolare questo composto, in quanto la maizena che è più pesante del latte, si deposita sul fondo del bicchiere. Il composto di maizena e latte freddo a contatto con la crema calda si addensa subito, quindi mescola la crema ad ogni aggiunta.”…. Se devo aggiungerla a filo al centro della crema (come mi hai detto prima) questo che mi hai detto ora non devo farlo no?
            Devo aggiungerla tutta in una volta a filo mescolando di continuo ,o poco alla volta mescolando la crema solo quando l’aggiungo e poi mi fermo un paio di secondi X rifare lo stesso fino alla fine del composto di maizena e latte freddo?
            Ti chiedo ancora scusa X il disturbo…mi rendo conto che ti sto stressando ma ho paura di qualche altro errore!

          • markjto , 28/10/2015 @ 13:14

            La maizena deve essere aggiunta a filo e con una certa continuità. Io mescola la maizena con il latte e l’aggiungo a filo tutta insieme continuando a mescolare la crema. Se invece mentre stai aggiungendo questo composto noti che la maizena si deposita sul fondo del bicchiere, allora gli dai una mescolata e la finisci di aggiungerla. Quindi o l’aggiungi tutta insieme o poco per volta non cambia nulla, l’importante è che ad ogni aggiunta la crema sia sempre calda.

          • Veronica , 28/10/2015 @ 12:33

            Scusami ho dimenticato di chiederti, riguardo a questo passaggio:
            “MESCOLI VELOCEMENTE LA MAIZENA NEL LATTE CON UN CUCCHIAIO E POI LA VERSI A FILO AL CENTRO DELLA CREMA E MESCOLI DI CONTINUO.
            Dopo un attimo vedi che la crema comincia ad addensarsi, falla cuocere un paio di minuti e poi la trasferisci in una pirofila o in un altro recipiente per farla raffreddare.”
            Quando la crema inizia ad addensarsi smetto di mescolare?
            O continuo fino alla fine?
            Mescolerò con un comune cucchiaio di legno perché quello con punta piatta non ce l’ho…va bene lo stesso?
            O uso le fruste a mano X mescolare?

          • markjto , 28/10/2015 @ 13:08

            La crema deve essere mescolato quando aggiungi la maizena e poi durante la cottura per non farla attaccare al forno del tegame. Per mescolare puoi utilizzare entrambi gli utensili da cucina.

  • Sabrina , 21/09/2015 @ 13:05

    Ciao, per il compleanno di mia figlia ho intenzione di fare un Pan di Spagna, farcirlo con crema alla nocciola e dei rocher sbriciolati e poi rivestirla di pasta di zucchero. Che consigli mi dai per avere una torta gustosa per bimbi? Che bagna devo usare?

    • markjto , 21/09/2015 @ 13:54

      Ciao Sabrina, la tua idea per la torta va bene e secondo me viene anche molto buona! per la bagna dovresti utilizzare un composto a base di acqua e zucchero aromatizzato leggermente alla vaniglia oppure una bagna analcolica che puoi trovare utilizzando l’apposita casella di ricerca. Di solito quando si prepara una torta personalizzata si cerca di inserire quei dettagli che caratterizzano i gusti di quella persona, grande o piccola che sia. Quindi cerca di capire quale può essere quel dettaglio che potrebbe piacere ai tua figlia, e poi cerchi di riprodurlo con la pasta di zucchero. Inoltre ti consiglio di vedere la sezione torte in pasta di zucchero perché ne ho realizzate a casa, un paio proprio per le bambine. Ciao a presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *