Ricette di Gusto

Dorayaki

Dorayaki: i dolcetti ripieni, tipici del Giappone

Dorayaki

I figli degli anni 80 sicuramente ricorderanno i “Doraemon”. Ma in realtà, quando si usa questo termine, molti sanno di che cosa si tratta. Mi riferisco a una delle merende più famose di tutto il Giappone, ovvero i dorayaki. Sono delle frittelline realizzabili in una versione mini che rappresentano un must in termini di colazione della cucina orientale. Molto simile ai pancakes americani, in realtà questi dolci vengono realizzati senza grassi aggiunti. In Giappone molto spesso vengono serviti con una salsa dolce fatta con i fagioli azuki. Sarebbe la cosiddetta marmellata di fagioli rossi. A dire il vero però, nel nostro continente si sono diffusi soprattutto farciti al cioccolato. Vediamo come realizzare anche in casa dei fantastici dorayaki per fare assaggiare ai vostri bambini una colazione orientale, nutriente e gustosa.

Dorayaki, gli ingredienti

La preparazione di 12 dorayaki, richiede di procurarsi questi ingredienti:

  • 180 grammi di acqua
  • 240 grammi di farina
  • 2 uova
  • 3 grammi di lievito in polvere per dolci
  • 150 grammi di zucchero a velo
  • 20 grammi di miele.

Per ungere la padella è necessario procurarsi olio di semi di arachidi, quanto basta. Per il ripieno, l’ideale è scegliere la marmellata di fagioli rossi o in alternativa, il cioccolato.

Come preparare i dorayaki

Per preparare i dorayaki, iniziate mettendo la farina in una ciotola e poi mescolatela con il lievito per dolci e lo zucchero a velo. Una volta mescolati gli ingredienti secchi, potrete aggiungere le uova e il miele. Aggiungete anche lentamente l’acqua a temperatura ambiente, versandola a filo. Una volta che ingredienti si sono amalgamati, con l’aiuto di una frusta (da usare prima lentamente e poi in maniera energica), avrete un composto fluido. Cercate di fare in modo che non vi siano grumi, così che questo composto liscio sia davvero facile da cuocere e divenga molto gustoso. Ora che l’impasto è pronto, potete preparare la padella. Dovete scegliere un’ampia padella antiaderente oppure quella tipica delle crepes. Con l’aiuto della carta da cucina, versate un filo d’olio e distribuitelo su tutta la superficie.

Leggi di più  Crostata ai frutti di bosco

Come cuocere i dorayaki

La cottura dei dorayaki dura davvero pochi minuti. Una volta che la padella è stata unta a sufficienza con un mestolo di composto, si versa sul fondo e si fa cuocere il dolcetto. Il mio consiglio è di cuocere al massimo due dorayaki per volta. Il fuoco deve essere medio basso, così da non scurire troppo il dolce. I dorayaki saranno più o meno grandi in base alla quantità di impasto che verserete in ogni mestolo. In genere, la cottura dura circa 3 minuti. Quando in superficie spuntano delle bollicine, allora potete girare il vostro dolce.

 

Come servire i dorayaki

I dorayaki, proprio come i pancake, possono essere serviti in vari modi. Potete ad esempio, optare per la tipica marmellata Azuki (di fagioli rossi), altra confettura, il burro di arachidi oppure il cioccolato. Io spesso ne farcisco due con una bella quantità di cioccolato, in modo tale da avere una colazione davvero saporita. Si possono conservare in frigorifero per un massimo di 12 ore. Potete anche congelarli, così da poterli gustare quanto ne avete voglia.


Dorayaki
Tempo di preparazione: PT10M
Tempo di cottura: PT20M
Tempo totale: PT30M
Voto: Vota Ricette di Gusto - 1 stelleVota Ricette di Gusto - 1 stelleVota Ricette di Gusto - 1 stelleVota Ricette di Gusto - 1 stelleVota Ricette di Gusto - 1 stelle
Basato su Recensioni
La ricetta ti è piaciuta?
VOTA ADESSO
Ti piace questa ricetta?
Share on Facebook
Share on Twitter
Share on Linkdin
Share on Pinterest
Lascia un commento

Lascia un commento

searchbtcat
Potrebbe interessarti anche...