Okonomiyaki

Okonomiyaki: ecco la ricetta made in Japan

Okonomiyaki

 

Gli okonomiyaki sono un piatto della cucina giapponese di tipo agrodolce. Si tratta di una semplice frittella che ha un aspetto molto simile a quello dei pancake. Viene fatta una base di cavolo e contiene anche pancetta e gamberi nella sua ricetta originale. In realtà, cambia leggermente a seconda di quella che è la Regione del Giappone in cui viene preparata. Il piatto è originario dei Hiroshima e Osaka che si contendono la paternità di tale piatto. Perché è molto diffuso, molto spesso viene anche chiamato “pizza di Osaka”. Questo piatto nipponico, amato profondamente anche in Italia, complice la presenza di tanti ristoranti giapponesi, di fatto rappresenta un piatto davvero molto gustoso che è abbastanza semplice da preparare in casa. Vediamo come realizzarlo!

Okonomiyaki, gli ingredienti

Per realizzare gli okonomiyaki serve un tempo di preparazione di circa un’ora, ma si tratta di un piatto molto semplice. La cottura invece, sarà solamente di pochi minuti. Questi sono gli ingredienti che serviranno:

  • 400 grammi di farina di tipo 0
  • 2 uova
  • 200 grammi di pancetta
  • 280 grammi di cavolo verza
  • 200 grammi di gamberi
  • 4 cucchiai di olio di semi di arachide.

Come preparare gli Okonomiyaki

La preparazione degli okonomiyaki parte dalla verza. Tagliatela finemente a julienne e mettetela in una ciotola, tenetela da parte per proseguire con il vostro piatto. In un altro contenitore, mescolate farina e acqua, da parte invece sbattete l’uovo. Mischiate il tutto con questa pastella: siete pronti per mescolare anche la verza. Nel frattempo inserite in questo impasto anche i gamberi puliti. In una padella con l’olio caldo, mettete la pancetta e mixate anche l’impasto di verza in tempura. Fate cuocere per circa 8 minuti col coperchio, poi girate lasciando che la frittata sia coperta per circa altri 4 minuti. Ecco perché è importante: vi consiglio di fare attenzione al suo utilizzo, in modo tale che gli okonomiyaki che non vengano troppo asciutti. Una volta pronti, potete servirli con delle salse, con le alghe Nori secche tritate con maionese e tonno secco sbriciolato. In genere, la salsa che è più consigliata per questo piatto è fatta con ketchup, Worcestershire sauce e un cucchiaino di salsa di soia. Questa salsa si chiama proprio del tipo okonomiyaki.

Le varianti degli okonomiyaki

Come accennato, si tratta di un piatto agrodolce: infatti, molto spesso viene servito con un cucchiaino di zucchero oppure con il miele in superficie. Esiste anche la versione di Hiroshima che è molto simile a quella che vi ho spiegato. Oltre agli ingredienti citati si aggiungono anche i germogli di soia. C’è anche una versione vegan, dove in pratica non ci sono né pancetta e né gamberi, quanto piuttosto il tutto viene arricchito da altre verdure. Di certo questo piatto della tradizione è molto particolare: stupirete i vostri ospiti. Rappresenta un’idea molto originale da fare a casa!


Okonomiyaki
Voto: Vota Ricette di Gusto - 1 stelleVota Ricette di Gusto - 1 stelleVota Ricette di Gusto - 1 stelleVota Ricette di Gusto - 1 stelleVota Ricette di Gusto - 1 stelle
Basato su 2 Recensioni
La ricetta ti è piaciuta?
VOTA ADESSO
Ti piace questa ricetta?
Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su linkedin
Share on Linkdin
Condividi su pinterest
Share on Pinterest
Lascia un commento

Lascia un commento

searchbtcat
Potrebbe interessarti anche...