Come si fa il pane

PANEL’elemento base per la preparazione del pane è la farina, che viene ottenuta dalla macinazione dei cereali. In Italia il cereale più diffuso per la preparazione del pane è il frumento; esistono due tipi di frumento: il frumento di “grano tenero” adatto alla produzione del pane, dei dolci e altri prodotti da forno; e il frumento di “grano duro” che viene utilizzato come semola per la preparazione della pasta.

In base alla macinazione e alla qualità ottenuta, le farine di grano tenero si distinguono in:

-farina di categoria 00

-farina di categoria 0

-farina di categoria 1

-farina di categoria 2

-farina integrale

La forza della frina viene espressa con la lettera W (alveografo chopin)

L’alveografo di Chopin è un apparecchio che serve sostanzialmente a misurare l’estensibilità di un impasto e la sua resistenza.

W>= 360 farina molto forte

W>= 300 farina forte

W= 250-280 farina di forza normale

W= 200-220 farina debole

W<= 180 farina molto debole

W<= 130 farina non panificabile

Inoltre l’umidità della farina non deve essere inferiore al 14,5% e non deve superare il 15,5%

Il rapporto P/L è la relazione tra la resistenza e l’estensibilità di un impasto.

P/L = 0,5-0,6 farina equilibrata

P/L = 0,7 farina resistente

P/L = 0,4 farina estensibile

Composizione chimica della farina: 73% carboidrati di cui 80% amido, 1,5% zuccheri, 14-15% acqua, 10-11% proteine, 1% lipidi, 0,7% sali minerali, poche vitamine.

LIEVITAZIONE

La lievitazione si divide in :

Fisica a base di bianco d’uovo

Chimica a base di agenti lievitanti chimici

Biologica a base di lievito di birra o lievito naturale

TEMPERATURE E LIEVITAZIONE

-30° Temperatura ottimale per la lievitazione

– 35° Temperatura massima di lievitazione

oltre tali temperature il lievito si inattiva.

-6% è quantita massima di lievito da utilizzare in un impasto, oltre tale quantità il lievito si inattiva

– 1,8-2,5% è la quantità ottimale di sale da usare in un impasto, oltre tale quantità si rallenta la lievitazione

L’IMPASTO

L’impasto si ottiene con diversi metodi:

Metodo diretto

Metodo indiretto o con pasta di riporto

indiretto con biga o poolish

Gli ingredienti della biga e dosaggi in percentuale:

Farina 00 forte 100% es. 5kg

Acqua               44% es. 2,2lt.

Lievito vompresso 1% es. 50g.

Tempo di impasto: 4 minuti con impastatrice a spirale, 5 minuti con impastatrice a braccia tuffanti, 7 min. con impastatrice a forcella.

In tutti i tipi di impasti, i tempi d’impasto sono fondamentali per formare all’interno dell’impasto una maglia glutica forte che sostiene l’impasto

Tempo di lievitazione 16-20 ore a 18°, 48 ore ad una temperatura di 4° per le prime 24 ore e 18° per quelle successive.

Poolish ingredienti:

farina 00 di forza media 100% es. 1kg

acqua                           100% es. 1lt.

lievito compresso in base alla fermentazione:

1-2 ore = 2,5-3%             4-5 ore = 1,4%          7-8 ore = 0,5%     10-12 ore = 2%       15-18 ore = 0,1%

TIPI DI IMPASTO

L’impasto da ottenere può essere:

morbido con 50-55% di acqua

asciutto con menodel 45% di acqua

molle con più del 60% di acqua

FASI DI LAVORAZIONE

Impasto: unione di farina con acqua e altri ingredienti che creano la massa dell’impasto attraverso la lavorazione.

Puntatura: l’impasto viene lasciato riposare.

Formatura dei pezzi: una volta lasciato riposare si procede alla pezzatura dei pezzi in base alla forma e alle  caratteristiche del pane che si vuole ottenere.

Lievitazione: i pezzi vengono fatti lievitare nelle stesse placche di cottura, in base alle temperature e ai tempi stabiliti.


Cottura: il pane viene posto nel forno e portato a cottura.

Tags: ,


Forse potrebbe interessarti anche...

Cinghiale in umido
Pancake light
Polpette di ceci al forno
Fagioli alla messicana
Torta di compleanno al cioccolato
Pastasciutta all’amatriciana
Treccia alla nutella
Polpo alla griglia
Patate novelle al forno
Fagottini alla nutella
Scialatielli ai frutti di mare
Zucchine ripiene al forno