Ricette di Gusto

Salvia fritta

Salvia fritta, un gustoso aperitivo tasty.


Ideale come stuzzichino, come antipasto, nel corso di un aperitivo a buffet e non solo: la salvia fritta è una ricetta molto gustosa! Questa golosità croccante fatta in pastella è molto semplice da preparare e inoltre, è particolarmente apprezzata a tavola. Per prepararla servono delle foglie di salvia sane e profumate che devono essere imbevute in una pastella fatta con birra, farina e un pizzico di sale. Questo piatto fritto è ideale da preparare con molta velocità e facilità. In tavola avrete una ricetta davvero gustosa. La salvia fritta viene utilizzata soprattutto nel Nord Italia agli aperitivi perché è un piatto facile da preparare ma è anche molto sfizioso da assaporare. Vediamo come preparare la salvia fritta e come servirla a tavola. Lo chef consiglia: Polentine Fritte

Salvia fritta, gli ingredienti

La preparazione della salvia fritta passa innanzitutto dai suoi ingredienti che sono:

  • 40 foglie sane e fresche di salvia
  • 100 grammi di farina
  • 200 ml di birra fredda dal frigorifero
  • sale fino quanto basta.

Per friggerle invece, procuratevi un litro, almeno, di olio di semi di girasole.

Come preparare la salvia fritta

Per realizzare la salvia fritta, lavate innanzitutto bene le foglie di salvia sotto l’acqua corrente fresca e abbondante. Fate asciugare le foglie su un vassoio foderato con carta da cucina assorbente. Aggiungere la birra fresca in una bacinella con la farina. Mescolate con una frusta in modo tale da non formare grumi. Fate attenzione però che la birra sia aggiunta lentamente perché altrimenti, la pastella non avrà la sua omogeneità. Regolate poi con un pizzico di sale a vostro piacere. Una volta che è pronta, intingete le foglie di salvia nella pastella che avete preparato.

Leggi di più  Tortino di verdure al forno

Come cuocere la salvia fritta

Per la cottura della salvia fritta, si inizia a mettere l’olio di girasole in un tegame abbastanza capiente. Quando raggiunge la temperatura di 170 gradi, allora potete inserire le foglie di salvia già intinta nella pastella. A questo punto friggetele pochi pezzi per volta. In genere, la cottura dura davvero pochi minuti. Con l’aiuto di una schiumarola, toglietele poi dall’olio quando sono abbastanza dorate. Per evitare che si accumuli l’olio in eccesso, mettetele ad asciugare sulla carta assorbente. Aggiungete un po’ di sale e servitele calde. Spesso preparo un cesto fatto con carta assorbente così da servire questa particolare ricetta all’aperitivo oppure come antipasto. Si possono consumare anche dopo qualche ora, ma il consiglio è quello di mangiarle calde, in modo tale che la pastella risulterà più croccante.

La pastella

A proposito della pastella, vale la pena sottolineare che molto spesso si può fare anche con l’acqua gassata invece che con la birra. Sicuramente il composto sarà molto più leggero! La birra io la uso più spesso per realizzare la pastella per la frittura in quanto i lieviti aiutano a far gonfiare la pasta nella fase di frittura. La ricetta così sarà più appetitosa e di fatto, visto che si tratta già di un piatto semplice, non sarà certamente una tragedia aggiungere qualche caloria in più!


Salvia fritta
Tempo di preparazione: PT20M
Tempo di cottura: PT10M
Tempo totale: PT30M
Voto: Vota Ricette di Gusto - 1 stelleVota Ricette di Gusto - 2 stelleVota Ricette di Gusto - 3 stelleVota Ricette di Gusto - 4 stelleVota Ricette di Gusto - 5 stelle
Basato su 1 Recensioni
La ricetta ti è piaciuta?
VOTA ADESSO
Ti piace questa ricetta?
Share on Facebook
Share on Twitter
Share on Linkdin
Share on Pinterest
Lascia un commento

Lascia un commento

searchbtcat
Potrebbe interessarti anche...