Daifuku

Daifuku: la ricetta dei dolcetti di riso tipici del giappone

Daifuku giapponesi

I dolcetti daifuku sono molto sfiziosi. Il nome “daifuku” è in realtà l’abbreviativo di “daifuku mochi” ovvero, un dolce tipico della tradizione giapponese. Questo dolcetto appiccicoso, è gustoso e vale assolutamente la pena provarlo. Fatto con un impasto di farina di riso glutinoso, ovvero il famoso mochi giapponese, è un dolce che va riempito con la marmellata di fagioli azuki, la cosiddetta “Anko”. Chi è amante della tradizione giapponese, di certo non può non assaggiarli. Io stesso li ho preparati diverse volte in quanto richiamano una particolare tradizione orientale. Infatti, venivano soprattutto realizzati durante la tradizionale cerimonia della pestatura dei mochi che avviene con una macina. Questa ricetta tradizionalmente è molto complessa, però, in una versione più rapida è possibile realizzarla abbastanza facilmente anche in casa. Vediamo come realizzare i daifuku mochi in poco meno di mezzora.

Daifuku, gli ingredienti

Per realizzare i daifuku è necessario procurarsi degli ingredienti specifici, ovvero:

  • 115 grammi di farina di riso glutinoso
  • 50 grammi di zucchero
  • semi di sesamo
  • burro di arachidi
  • fecola di patate per il piano di lavoro
  • 100 ml d’acqua
  • marmellata di azuki quanto basta.

 

Potete trovare questi ingredienti nei negozi etnici anche se vi sono alcuni supermercati che ne sono forniti, vista la presenza di molti giapponesi nel nostro Paese. Vediamo come fare per preparare questo dolce in un tempo che di solito è poco superiore ai 30 minuti.

Come preparare i daifuku

La preparazione dei daifuku inizia con farina e zucchero. Personalmente utilizzo la planetaria perché rende molto più facile da preparazione. In realtà, la preparazione può essere fatta anche con le fruste elettriche oppure a mano. Si inizia miscelando gli ingredienti secchi a bassa velocità e poi aggiungendo l’acqua a filo. La cosa importante è fare in modo che lo zucchero si sciolga per bene. Dopo aver fatto la miscela, ne verrà fuori un liquido bianco latte. Mettete il tutto in un contenitore, così da garantire la cottura a vapore della pasta dei vostri dolcetti. In genere, la cottura dura circa 10 minuti facendo attenzione a mescolare, soprattutto arrivati a metà del tempo. Il risultato è che verrà fuori una pasta appiccicosa e morbida, il mochi. Prendete il mochi e mettetelo sul piano da lavoro, opportunamente spolverato con la fecola di patate. Per far sì che si possa stendere facilmente, anche l’impasto deve essere spolverato con la fecola di patate. Una volta steso va conservato in frigorifero per circa 15 minuti.

Come servire i daifuku

Dopo 15 minuti l’impasto può essere tolto dal frigorifero. Si presenterà molto più compatto. Potete tagliarlo con un coppapasta di un diametro di circa 10 cm. A questo punto, potete riempire i vostri dischi di daifuku con la marmellata di fagioli rossi opportunamente preparata da voi seguendo la mia ricetta oppure comprata appositamente. Potete anche decidere di riempirli magari con un mix fatto di marmellata di anko, miele e burro di arachidi. Poi, richiudeteli: sarà facile visto che l’impasto è molto appiccicoso. Dovete creare dei piccoli dolcetti rotondi. A questo punto non vi resta che servire i dolci. Per servirli, contornateli da semi di sesamo tostati e questi dolcetti saranno ideali per il tè. A quel punto saranno pronti da essere gustati: all’interno potete anche provare magari altri sapori così da rendere ancora più originale e “occidentalizzata” questa tipica ricetta giapponese.


Daifuku
Tempo di preparazione: PT20M
Tempo di cottura: PT10M
Tempo totale: PT30M
Voto: Vota Ricette di Gusto - 1 stelleVota Ricette di Gusto - 2 stelleVota Ricette di Gusto - 3 stelleVota Ricette di Gusto - 4 stelleVota Ricette di Gusto - 5 stelle
Basato su 7 Recensioni
La ricetta ti è piaciuta?
VOTA ADESSO
Ti piace questa ricetta?
Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su linkedin
Share on Linkdin
Condividi su pinterest
Share on Pinterest
Lascia un commento

Lascia un commento

searchbtcat
Potrebbe interessarti anche...