Goulash

goulash ricetta

Goulash: ricetta Goulash, specialità ungherese con procedimento e ingredienti del gulasch

goulash ricetta

Il Goulash è una ricetta tipica famosissima, uno stufato di vitello e manzo insaporito con vari odori.
La ricetta del Goulash prevede, infatti, l’aggiunta allo spezzatino di carne di vari odori, che possono variare a seconda della ricetta del gulasch che seguiamo.
Esistono varie tradizioni, che variano in base all’area geografica, come ad esempio il Gulash ungherese, quello austriaco e triestino.
Tutte queste versioni del Gulasch, ricetta saporita e facile da fare, hanno in comune lo spezzatino di carne, mentre ciò che cambia è appunto la presenza di cumino, maggiorana o altri odori.

In ogni caso, il Goulash è un secondo di carne davvero saporito che, oltre al gusto, avvolge con i suoi profumi, guadagnandosi il podio come piatto perfetto per i freddi dell’inverno.

Ecco la mia ricetta del Goulash austriaco, ereditata da mia nonna Amalia.
Quando preparo il Gulash è come se tornassi bambino, quando mia nonna a Natale preparava questo piatto originario della sua famiglia…
Per questo sono particolarmente legato a questa ricetta del Goulash al vino rosso, che trascrivo volentieri qui per tutti voi.

Leggi tutto

Panforte

ricetta panforte

Panforte: ricetta panforte di Siena, dolce della tradizione da gustare per le Festività Natalizie

ricetta panforte

Il panforte di Siena è un dolce che vanta origini molto antiche e anche curiose, per chi è appassionato di folklore e tradizioni gastronomiche.
Il Pan Forte è una delle specialità dolciarie che, tra i dolci di Siena, è oggi più famoso anche in altre parti d’Italia.
Tuttavia solo il panforte di Siena può fregiarsi del simbolo IGP – Indicazione Geografica Protetta.
Scopriamone di più su questo squisito dolcetto a base di frutta secca e miele, dalla sua nascita alla ricetta originale del panpepato, per preparare il vero panforte, sapori di una volta della tradizione.

Leggi tutto

Cartellate

cartellate ricetta

Cartellate o carteddate pugliesi: ricetta originale delle carteddate fritte

cartellate ricetta

Le cartellate, chiamate in dialetto “carteddate“, sono dei dolcetti fritti tipici della Puglia, che di solito vengono preparati in occasione delle festività, come Natale, Pasqua o Carnevale. A Natale poi, le carteddate non possono mancare!
La ricetta delle cartellate pugliesi si prepara con pochi ingredienti, che permettono di creare il tipico impasto delle cardellate, aromatizzato con un po’ di scorza di limone.
Ma il tocco di gusto in più delle cartellate pugliesi è dato dall’innaffiarle, a cottura ultimata, con abbondante vin cotto e spolverarle con una manciata di cannella e, se volete, con dello zucchero a velo.
Una vera dolcezza e specialità della Puglia, che si presenta anche molto invitante a vedersi, poiché le cartellate assumono la tipica forma a rondellina, a canestrino arrotolato cosparso di vin cotto.
Diffidate quindi dalle cartellate troppo “pallide”! 😉
Ecco il procedimento originale per preparare le cartellate, con la ricetta tipica pugliese.

Leggi tutto

Faraona ripiena

faraona ripiena

Come preparare la faraona ripiena al forno: un secondo di carne bello e gustoso, perfetto per i pranzi in famiglia

faraona ripiena

La faraona ripiena è uno di quei piatti della tradizione (un po’ come l’anatra all’arancia) che ci immaginiamo perfetto da preparare per il pranzo di Natale, o, in generale, in un’occasione con tutta la famiglia riunita.
Almeno io la vedo così, e poi sono sempre stato la “cucina di riferimento” in famiglia, quindi tra figlie e nipoti, spetta a me cucinare il piatto forte del pranzo di Natale o delle feste!
Con la faraona ripiena vado sul sicuro! Si tratta di un secondo piatto di carne preparato con la faraona ripiena con una farcia ricca, a base di prosciutto cotto, fesa di tacchino, pancetta e altri ingredienti saporiti, che rendono questo piatto davvero gustoso.
Mi è capitato a volte, per motivi di tempo, di cucinare la faraona ripiena già preparata dal macellaio di fiducia, ma devo dire che, quando posso, preferisco preparare io stesso la faraona farcita, così da adattarla ai miei gusti personali (e da risparmiare qualche soldo!).
Ma ora la finisco di parlare di faraona ripiena e patate croccanti, perché già mi sta venendo fame! Vi lascio alla ricetta della faraona ripiena, così come la preparo in famiglia.

Fatemi sapere che ve ne pare!

Leggi tutto

Cornetti salati

cornetti salati di sfoglia

Già pensato a qualche idea per antipasti delle feste gustosi e invitanti? Provate i cornetti salati ripieni di prosciutto cotto e formaggio

Tra gli antipasti di Natale, sulla mia tavola non possono mai mancare i cornetti salati, che ogni anno personalizzo in base alla mia ispirazione ai fornelli.

cornetti salati crudo e crescenza
La ricetta dei cornetti salati farciti segue infatti la classica preparazione dei cornetti di sfoglia salati,
Per velocizzare il procedimento, potete preparare i cornetti salati ripieni con la pasta sfoglia pronta, anche se i cornetti di sfoglia fatti in casa sono ancora più buoni.
Potete riempire i cornetti salati di sfoglia in vari modi, con prosciutto cotto e fontina, o mozzarella, funghi, salamino e salsa boscaiola, crudo, rucola e philadelphia o con delle verdure grigliate.
Negli anni posso dire di averli preparati praticamente tutti, ma quelli che hanno avuto più successo tra gli antipasti di Natale e Capodanno sono stati i cornetti salati ripieni con cotto e crescenza.
Per renderli ancora più saporiti, mi piace arricchirli con i semi di sesamo, che rendono la superficie piacevolmente croccante.
Ecco tutti i passaggi della ricetta dei cornetti salati, spiegata passo passo.

Leggi tutto

Lasagne ai funghi

lasagna ai funghi

Lasagne ai funghi porcini: un primo piatto con funghi porcini corposo e buonissimo

lasagna ai funghi

Le lasagne ai funghi porcini sono un primo piatto di pasta fresca con i funghi davvero molto gustoso, dal sapore corposo e allo stesso tempo delicato.
Il sapore dei funghi porcini, unito alla delicatezza della besciamella, creano un connubio unico, che farà salire sul podio delle ricette di lasagne vegetariane queste lasagne ai funghi.

Tra le ricette con i funghi porcini di primi piatti, le lasagne sono uno dei più gustosi, che si prepara con una ricetta semplice, utilizzando la pasta all’uovo per lasagne, o quella già pronta che non necessita di precottura.
Ecco tutti i passaggi e il procedimento per cucinare le lasagne con i funghi porcini.

Leggi tutto

Sfincione palermitano

sfincione palermitano

Sfincione palermitano: ricetta originale dello sfincione, specialità tipica di Palermo

sfincione palermitano

Lo sfincione palermitano, anche chiamato “sfinciuni” o “spincuni” in dialetto siciliano, è una specialità tipica della tradizione gastronomica palermitana. 
Lo sfincione tipico siciliano è uno dei prodotti tradizionali regionali più famosi e si prepara con l’impasto del pane pizza, morbido e soffice, ricoperto con salsa di pomodoro e condimenti.
Il nome “Sfinciuni” deriva proprio dal suo essere “muoddu comu na sfincia” , cioè “morbido come una spugna”. Ciò è dovuto alla consistenza propria di questa preparazione, che è molto morbida e “spugnosa”, grazie alla sua lievitazione.

Secondo la tradizione, lo sfincione palermitano nasce dalla fantasia degli abitanti di questa città, per preparare un pane più ricco e gustoso di quello tradizionale, da gustare in occasione del Natale.
Il condimento della ricetta tradizionale dello sfincione prevede la salsa di pomodoro, cipolla, acciughe e origano e pezzetti di caciocavallo ragusano, formaggio tipico siciliano.
Il risultato sarà quello di avere un pane pizza ottimo da gustare, che, a Palermo, si può trovare nelle panetterie, negozi di prodotti tipici e anche come versatile e gustoso cibo da strada.

Leggi tutto

Befanotti

befanotti

Come preparare i befanotti: ricetta dei befanini lucchesi, biscotti dolcissimi e colorati

befanotti

I befanotti, anche chiamati “befanini lucchesi“, sono dei biscotti tipici toscani, che si preparano per il periodo dell’Epifania. Da qui deriva anche il nome di questi deliziosi biscotti Befanotti, che si preparano con una ricetta molto semplice.
Si tratta di un impasto per biscotti a base di farina, zucchero, burro, uova e lievito, aromatizzato con mezza bacca di vaniglia, o vaniglina e la scorza di un limone. A questi ingredienti si è soliti aggiungere anche del liquore all’anice (anisetta o sassolino), o un altro liquore dolce a scelta.

Per la mia ricetta dei befanotti lucchesi, che ho assaggiato molte volte proprio in Toscana, io utilizzo una boccettina di aroma al rum, che si può facilmente trovare tra gli aromi per dolci.
Il tocco caratteristico dei biscotti befanotti toscani sono infine le codette colorate, cioè zuccherini colorati, o codette di cioccolato, che rendono i biscotti lucchesi della Befana ancora più dolci e belli da vedere.

befanotti ricetta

Le dosi della ricetta dei befanotti permettono di fare circa tre teglie di biscotti con gli zuccherini, di media grandezza, ma dipende dalla grandezza che darete ai vostri befanini.

Nei panifici e nelle case toscane, i befanotti hanno solitamente varie forme, tutte caratteristiche del periodo natalizio e della befana. Potete quindi sbizzarrirvi con la fantasia con questa ricetta dei befanotti lucchesi: a forma di stella, calza, befana, scopa, albero di natale, o quello che preferite.
Nel corso della ricetta vi spiegherò qualche trucco per dare la forma dei befanotti in modo semplice.
Questi dolcetti della Befana possono essere una ricetta di biscotti facile e divertente da preparare anche con i bambini!

Vediamo il procedimento originale per preparare i befanotti, biscotti toscani della Befana.

Leggi tutto

Salmone in padella

salmone in padella

Salmone in padella: come cucinare il salmone in modo prelibato, con un raffinato purè di avocado

salmone in padella

Il salmone in padella è un secondo piatto di pesce gustoso e molto semplice da fare. Quando si ha a che fare con le ricette con il salmone, infatti, c’è poco da dire: ogni piatto risulta squisito e con un tocco raffinato, grazie al sapore inconfondibile di questo pesce.
Sia che decidiate di preparare il salmone al forno, che come antipasto, il successo dei vostri piatti di pesce è assicurato.

Questa ricetta del salmone in padella con contorno di purè di avocado è particolarmente indicata anche come piatto festivo.
Tra le ricette di Natale, infatti, il pesce fa da protagonista, soprattutto nella cena della vigilia o per capodanno.

Ma ogni momento dell’anno è buono per cucinare il salmone cotto in padella, a cui potrete abbinare, in alternativa, qualsiasi altro contorno. Anche una semplice insalata, o dei pomodorini, potranno esaltare il gusto di questo piatto di pesce leggero e saporito. Perfette da abbinare anche patate o verdure lesse.

Il purè di avocado, però, oltre ad abbinarsi perfettamente al sapore del pesce, conferirà a questo piatto col salmone quel tocco raffinato in più, che vi farà fare un figurone con i vostri invitati a cena.

Ecco i passaggi su come preparare il salmone in padella con purè di avocado e lime.

Leggi tutto

Pandoro farcito

Pandoro farcito: più farcito è, meglio è. Ricetta per una delizia natalizia

pandoro-farcito-mascarpone-e-nutella

Il pandoro farcito potrebbe essere definito il peccato di gola capitale delle feste natalizie.
Pandoro e panettone sono i dolci di Natale per eccellenza, che non possono mai mancare sulle tavole di noi italiani.
Il pandoro farcito è un classico che non passa mai di moda: può essere un pandoro ripieno di crema, oppure si può realizzare una deliziosa crema per pandoro al cioccolato.

Il pandoro ripieno può essere farcito con tantissime varianti, a seconda dei gusti e del livello di golosità di ognuno.
Se dobbiamo cedere a un peccato di gola, però, tanto vale farlo in grande stile: oggi dunque voglio proporvi la ricetta del pandoro farcito mascarpone e nutella.
Si tratta di una bomba calorica, ma anche di un’esplosione di gusto ineguagliabile: provare per credere!
Dopo aver tagliato il pandoro a fette spesse, prepareremo una crema di mascarpone per farcire, con uova, zucchero e cognac.

Vediamo come farcire il pandoro con mascarpone e nutella con tutti i passaggi della preparazione.

Leggi tutto

Lasagne al forno

lasagne al forno

Lasagne al forno: ricetta classica per preparare le lasagne al ragù e besciamella

lasagne al forno

Le lasagne al forno sono uno dei piatti più buoni e cucinati della nostra tradizione culinaria.
Tra le tantissime varianti di questo piatto troviamo le lasagne vegetariane, oppure le lasagne al pesto e ricotta, fino ad arrivare ai sapori più raffinati, come le lasagne di pesce, con i frutti di mare.

La ricetta classica delle lasagne al forno, le cosiddette “lasagne alla bolognese”, prevede tre preparazioni base, che corrispondono ai tre elementi che comporranno la nostra lasagna: la sfoglia all’uovo per lasagne, il ragù e la besciamella. 

In questa ricetta facile delle lasagne voglio proporvi un metodo davvero veloce per realizzare questo gustoso primo piatto. Utilizzeremo, infatti, della sfoglia all’uovo fresca già pronta, che non necessita di essere sbollentata.
Dopo aver preparato il sugo al ragù e la besciamella, non ci resterà che assemblare la nostra lasagna strato per strato, cospargendo infine la superficie con abbondante formaggio grattugiato, che formerà la squisita crosticina croccante delle lasagne.

lasagne al forno porzione

Ho deciso di non appesantire questo piatto già gustoso di suo con altri ingredienti, come le sottilette o la mozzarella.
Il risultato è garantito e queste lasagne al forno con ragù e besciamella faranno venire l’acquolina in bocca ai vostri invitati solo a vederle, o a sentirne il profumo.

Vediamo tutti i passaggi per cucinare in modo facile le lasagne al forno, il primo piatto ideale per il Natale e le feste.

Leggi tutto

Involtini di verza

involtini di verza

involtini di verza Involtini di verza ripieni di carne: il piatto di verdure più nutriente e gustoso.

Gli involtini di verza sono una valida scelta per chi vuole preparare le verdure con quel tocco in più che le renderà gradite a tutta la famiglia.
Gli involtini di cavolo sono infatti un ottimo secondo piatto di carne e verdure e possono essere serviti anche come antipasto per il pranzo di Natale o a cene con gli amici.

La verza è un ortaggio ricco di proteine e vitamine, oltre che di calcio e potassio. Il ripieno a base di carne rende gli involtini di verza gustosi e nutrienti.
Queste caratteristiche fanno sì che gli involtini con verza e carne siano un piatto amato anche dai bambini o da chi non ama molto le verdure. Inoltre, questi involtini possono essere preparati anche con degli avanzi di lesso o di arrosto, oltre che con la carne macinata.
Vediamo adesso la ricetta degli involtini di verza con ripieno di carne.

Leggi tutto

Cosa cucinare a Santo Stefano: idee per il pranzo del 26 Dicembre

cosa cucinare a santo stefano

cosa cucinare a santo stefano Se state cercando delle idee su cosa cucinare a Santo Stefano, dovete sapere che il pranzo di Santo Stefano è chiamato anche pranzo del riciclo, perché la gran parte dei piatti preparati utilizzano gli ingredienti e le pietanze avanzate dal Natale.

Quindi, dopo la prima abbuffata della cena della vigilia e il successivo pranzo di Natale, arriva il pranzo di Santo Stefano che conclude la prima parte delle feste natalizie.

Proprio qualche ora fa mi ha scritto Roberto, che si complimentava per i suggerimenti che ho postato in questi giorni per Natale e che mi ha chiesto: “che cosa si cucina di solito a Santo Stefano“.

Vediamo adesso alcuni menù che ci possono dare delle idee su cosa cucinare a Santo Stefano, in modo da poter preparare un pranzo buono, utilizzando quello che probabilmente abbiamo già nel frigorifero e nella dispensa. 

 

Ecco per te alcune idee gustose per organizzare il Menù di Santo Stefano!!

Leggi tutto

Baccalà fritto alla napoletana: ricetta e tempo di cottura

baccala fritto alla napoletana tradizionale

baccala fritto alla napoletana tradizionaleIl baccalà fritto alla napoletana è il secondo piatto tipico della vigila di Natale per tutti i napoletani e gran parte dei campani. Ma come fare un ottimo baccalà fritto napoletano con la ricetta tradizionale di Napoli.

Questo è un piatto semplice ma molto saporito che non manca mai durante questo periodo. Di solito si acquista qualche giorno prima, proprio per poterlo tenere a bagno nell’acqua per fargli perdere l’eccessiva sapidità. Infatti è buona regola, tenerlo a bagno per circa 4 giorni cambiano regolarmente l’acqua almeno una volta al giorno. Se poi il baccalà risulta ancora troppo salato, si consiglia di cambiare l’acqua almeno due volte al giorno. Alcune qualità di baccalà possono richiedere anche più giorni per l’ammollo, soprattutto se si tratta di pezzi interi molto grossi.

Il vero baccalà fritto alla napoletana si prepara con pezzi di baccalà precedentemente tenuti a bagno nell’acqua per 4-5 giorni, dopodiché scolati per bene, infarinati abbondantemente e fritti nell’olio bollente.

Una delle caratteristiche della ricetta del baccalà fritto alla napoletana è che dopo la cottura deve essere croccante e ben dorato, mentre la parte interna rimane tenera e succulenta. Per ottenere questo risultato bisogna fare attenzione alla temperatura dell’olio ed al tempo di cottura. Infatti se la temperatura dell’olio è troppo bassa, non si crea quella crosticina esterna croccante mentre l’interno tende a diventare troppo asciutto. Nell’altro caso, una temperatura troppa alta, rende il baccalà troppo croccante e scuro all’esterno mentre l’interno non risulta cotto perfettamente.

Adesso vediamo come friggere il baccalà alla napoletana con tutti i consigli sulla preparazione e sulla cottura.

Leggi tutto

Cosa cucinare a Natale: ricette per il pranzo di Natale

alcune ricette su cosa cucinare al pranzo di natale

alcune ricette su cosa cucinare al pranzo di nataleCosa cucinare a Natale è una delle domande più frequenti di questo periodo, proprio perché si vuole preparare un pranzo di Natale con delle ricette facili ma gustose.

Giorgio mi ha scritto: “cosa posso cucinare a Natale? ci sono delle ricette facili per preparare un pranzo di Natale degno della tradizione?

Non tutti sanno che il modo migliore per fare un menù per il pranzo di Natale è proprio quello di utilizzare delle ricette semplici, anche perché le cose da preparare sono tante oltre al fatto che spesso si deve cucinare per tante persone.

Il primo consiglio, riguarda soprattutto il tempo che abbiamo a disposizione prima che gli ospiti arrivino. Quindi, se siete stanchi del giorno prima, ci sono delle cose da tenere in considerazione prima di capire cosa cucinare a Natale.

Adesso vediamo un menù di carne per il pranzo di Natale, da cui potete prendere spunto e capire cosa cucinare a Natale per fare un’ottima figura con i vostri ospiti.

Leggi tutto

Cosa cucinare alla vigilia di Natale: ricette e consigli per il menù

idee su Cosa cucinare alla vigilia di Natale

idee su Cosa cucinare alla vigilia di NataleGiovanni mi scrive: cosa posso cucinare per la cena della vigilia di Natale?

Prima di capire cosa cucinare la vigilia di Natele, bisogna sapere quel’è il budget che abbiamo a disposizione. Infatti in molti siti vengono dati dei consigli senza tener presente che non tutti si possono permettere l’aragosta, l’astice, i gamberoni ed il caviale. Questo non significa che con pochi soldi non si possa realizzare un gustosa cena della vigilia di Natale. Inoltre il menù tradizionale può variare da regione a regione, pertanto vedremo anche le ricette regionali della vigilia di Natale.

Prima di scegliere cosa cucinare alla vigilia di Natale, se non volete spendere molto dovete fare attenzione alla grammatura degli alimenti. Quindi, invece di chiedere qualcosa in chilogrammi, potete scegliere il numero preciso delle cose che vi servono, oppure calcolate il numero delle persone in modo da determinare il peso corretto degli ingredienti che occorrono. In questo modo potete risparmiare dal 30 al 50% sul costo totale della spesa.

Inoltre, piuttosto che incorrere nella spirale eccessiva del consumismo, potete utilizzare il tempo che avete a disposizione per preparare della buona pasta fresca, delle tartine sfiziose e tutti quei piatti tipici del vostro territorio, perché solo in questo modo si può preparare una cena della vigilia tradizionale. Quindi il mio consiglio è quello di seguire quelle che sono le tradizioni tipiche del posto in cui abitate, rimanendo in tema con il menù della vigilia di Natale.

Leggi tutto

Insalata di mare surgelata: ricetta, ingredienti e cottura

Insalata di mare surgelata dopo la cottura

Insalata di mare surgelata dopo la cotturaPer cucinare un’ottima insalata di mare surgelata occorre utilizzare gli ingredienti giusti, come il polpo, i gamberi e i calamari.

Dopo aver fatto scongelare il pesce, si passa alla cottura che è la parte più importante di tutta la ricetta.

Proprio oggi mi ha scritto Gilberto che mi ha chiesto come cucinare l’insalata di mare surgelata e quale differenza c’è tra il pesce surgelato e congelato.

Prima di passare alla preparazione è importante capire questa differenza: il pesce surgelato viene portato velocemente a basse temperature, cercando di preservare tutti gli elementi nutritivi e le caratteristiche organolettiche, mentre nel pesce congelato il freddo penetra lentamente nell’alimento e quindi inevitabilmente si formano dei cristalli di ghiaccio all’interno del pesce. Quest’ultimo e pertanto di qualità inferiore rispetto al pesce sottoposto al trattamento di surgelazione.

Quindi, se volete fare una gustosa insalata di mare surgelata, dovete utilizzare degli ingredienti surgelati e di buona qualità. Inoltre con pochi e semplici consigli riuscirete a preparare un antipasto di mare davvero buono, sopratutto in occasione delle feste di Natale, dove i commensali faranno fatica a capire che in realtà si tratta di pesce surgelato. Adesso passiamo al procedimento completo, tenendo in considerazione che l’ottima riuscita della ricetta dipende dal tempo di cottura dei singoli ingredienti surgelati.

Leggi tutto

Cantucci

cantucci toscani

cantucci toscaniI cantucci o cantuccini sono dei biscotti secchi dalla forma allungata, ottimi da abbinare al vin Santo, sono una vanto della pasticcera toscana ed in particolare della città di Prato.

La ricetta originale dei cantucci toscani si prepara con questi ingredienti: mandorle, zucchero, farina, uova, una discreta quantità di pinoli e scorza d’arancia.

Quindi, i veri cantucci alla mandorle si preparano senza lievito, senza burro, senza olio e senza latte. Tutte le ricette che mostrano quest’ultimi ingredienti non possono essere considerate originali ma solo delle tante varianti di questa preparazione.

In alcuni casi, le mandorle sono sgusciate e tostate nel forno per qualche minuto.

Per fare i cantucci toscani con la ricetta originale, occorre dosare perfettamente gli ingredienti dell’impasto, che deve essere diviso in filoncini da cui ricavare i biscotti dopo una prima cottura. Fatti in casa sono un ottimo regalo di Natale da mettere sotto l’albero.

La ricetta più antica dei cantucci toscani si trova su un vecchio manoscritto conservato presso l’archivio di Prato. Solo verso la metà del XIX secolo, il fornaio Antonio Mattei con la sua ricetta, porta alla ribalta questi buonissimi biscotti, ricevendo numerosi premi che fanno del suo forno uno dei più famosi laboratori artigianali di Prato.

Leggi tutto

Salame di cioccolato

Salame di cioccolato con cacao amaro in polvere

Salame di cioccolato con cacao amaro in polvere

Ecco la ricetta per preparare un ottimo salame di cioccolato preparato con cacao amaro in polvere!

Il salame di cioccolato con cacao amaro in polvere è un dolce tipico del Natale e non solo. Si prepara utilizzando il cacao al posto del cioccolato ed altri ingredienti che lo rendono davvero delizioso.

Nella ricetta del salame di cioccolato con cacao si aggiungo i classici biscotti secchi ma potete anche aggiungere delle mandorle, nocciole o pistacchi. Allo stesso modo, potete preparare un salame di cioccolato con cacao sia con i biscotti che con la frutta secca, così da poter rendere questa preparazione una vera prelibatezza.

Adesso vediamo come fare un ottimo salame di cioccolato con cacao amaro in polvere e quali ingredienti utilizzare per questo gustoso dolce.

Leggi tutto

Tronchetto di natale

tronchetto di natale al cioccolatoIl tronchetto di Natale è un dolce che viene preparato e decorato in modo che sembri un tronco pronto per essere messo nel camino.

La ricetta del tronchetto di Natale al cioccolato è di origini francesi, ma, nel corso del tempo, è diventato un dolce tradizionale in molti paesi europei, come anche il nostro. Da questo deriva il fatto che ci siano diverse ricette per fare il tronchetto di Natale, che cambiano in base al ripieno.
Il ripieno del tronchetto può essere costituito da della marmellata, della panna, della crema al caffè o al cioccolato, mentre per la copertura non può mancare il cioccolato fuso, che viene versato sul tronchetto e spalmato con una spatola rigata, che permette di ottenere le classiche striature del tronchetto.

Nella versione originale, il tronchetto di Natale si chiama “bûche de Noël“, che significa “ceppo di Natale“, proprio perché la sua forma deve essere quanto più simile ad un piccolo tronco. Inoltre, per dargli un aspetto natalizio, si è soliti decorare il tronchetto di Natale con dei ribes rossi e una spolverata di zucchero a velo, che ricorda la neve.

Oggi vedremo come preparare il tronchetto di Natale, con la possibilità di scegliere la crema per farcirlo e i consigli per una preparazione ottimale.

Leggi tutto