Anelli di totano al forno

anelli di totani al forno light

Come cucinare gli anelli di totano al forno. Croccanti e leggeri.

anelli di totani al forno light

Cucinare gli anelli di totano impanati è un modo di gustare il pesce fresco squisito.
Per una ricetta più leggera, che contenga meno calorie, possiamo preparare gli anelli di totano in forno, anziché in padella.
Al posto della classica frittura di pesce, molto buona ma anche molto calorica, otterremo un secondo piatto altrettanto buono e un po’ più leggero!
Dopo aver impanato i nostri anelli di totani, procederemo infatti alla cottura al forno.
Niente olio fritto e niente sensi di colpa, ma senza rinunciare a degli ottimi anelli di totano in pastella!
Vedrete che la differenza con i totani fritti non si nota… e ingannerete con gusto amici e famigliari! 😉 

Leggi tutto

Mozzarella Sticks

Oggi prepariamo le Mozzarella Sticks. Filanti bastoncini di mozzarella fritti, stuzzicanti e saporiti

mozzarella sticks

I bastoncini di mozzarella fritti, o Mozzarella Sticks, sono un finger food davvero sfizioso e perfetto per un aperitivo.
Sono infatti molto comodi da mangiare in piedi e uno tira l’altro! Le mozzarella sticks sono una variante delle più conosciute mozzarelline fritte, soltanto che sono dei bastoncini di mozzarella fritti nell’olio e insaporiti con prezzemolo fresco e basilico.
Dopo averli impanati con il pan grattato, basteranno 30 secondi per friggerli in olio caldo e il gioco è fatto!

Le erbe aromatiche servono per dare una nota di freschezza alle mozzarella sticks e vedrete che questi bastoncini di mozzarella fritta andranno a ruba tra i vostri ospiti!
Per non parlare di quanto piacciono ai bambini…!
Con un po’ di ketchup fatto in casa, sono davvero irresistibili.

Quindi prendiamo una bella padella antiaderente e mettiamoci subito ai fornelli!

Leggi tutto

Carciofi in pastella

carciofi in pastella

Carciofi in pastella fritti: croccanti e dorati carciofi in pastella, per un contorno gustosissimo

carciofi in pastella

I carciofi fritti sono uno di quei piatti che piacciono davvero a tutti, ma proprio TUTTI TUTTI!
A casa mia la ricetta dei carciofi in pastella mette d’accordo tutte le generazioni sedute a tavola, dal più piccolo (Mattia, l’ometto di 6 anni e mezzo), al bisnonno 89enne! 😜

Quindi vi posso dire che con questa ricetta dei carciofi in pastella andate sul sicuro!!
Certo, non è una delle ricette coi carciofi più leggere e dietetiche da preparare, ma ogni tanto ci sta uno strappo alla regola, e poi i carciofi fritti sono troppo buoni per poter resistere.

Qui da me c’è anche un detto, che recita:

Fritto è buono anche un calcagno!

Lo conoscete? O si usa solo qua da noi?
In ogni caso, proverbi a parte, la pastella per carciofi fritti che preparo io è a base di uova, farina e latte.
Niente lievito, ma vengono comunque dei carciofi in pastella belli gonfi e dorati: una prelibatezza!

Sono ottimi serviti caldi, magari da abbinare a un secondo più leggero, ma io personalmente mi mangerei vassoi interi di carciofi in pastella fritti
Voi però non esagerate, mi raccomando eh! 😁😉

Leggi tutto

Croque Madame

ricetta croque madame, toast con l'uovo francese

Croque Madame e Croque Monsieur: il delizioso toast con l’uovo della colazione francese Il Croque Madame è la variante più ricca del sandwich Croque Monsieur, con una marcia in più, tipica delle Dames 😉 , che consiste nella presenza dell’uovo fritto sul toast, col tuorlo cremoso e irresistibile. Forse lo si può capire da come ne parlo, … Leggi tutto

Platano fritto

platano fritto

Come preparare il platano fritto per un croccante aperitivo “tropicale”

platano fritto

Il platano fritto è un modo per cucinare il platano molto gustoso e facile da fare, che ci permette di realizzare uno sfizioso antipasto o stuzzichino fritto da aperitivo.
Il platano è un frutto tropicale simile alla banana, ma più grande, utilizzato per varie preparazioni in cucina, soprattutto quella americana. Il platano viene consumato generalmente fritto o caramellato e, in alcune ricette messicane, può risultare anche bello piccante!
Nonostante sia il frutto, in cucina il platano viene utilizzato per preparazioni salate, in molte varianti, come quella delle chips di platano al forno.
La ricetta del platano fritto è comunque una delle mie preferite, croccante e dal gusto unico, leggermente dolciastro e quindi molto apprezzato anche dai bambini.
Dovete sapere, inoltre, che il platano è ricco di vitamine e importanti sostanze nutritive.
Vediamo quindi cosa serve per preparare il platano fritto, semplicissimo e perfetto per il vostro aperitivo “tropicale”.

Leggi tutto

Pane fritto

pane fritto

Come fare il pane fritto, per trasformare il pane avanzato in gustosissimi snack fritti

pane fritto

Il pane fritto è una ricetta anti-sprechi che piacerà a tutti gli amanti del gusto che, come me, odiano buttare via il cibo avanzato. In particolare, mia nonna affermava sempre che “buttare via il pane è peccato” e io, fedele a questo mantra, cerco sempre di riutilizzare il pane avanzato o raffermo.
Oltre alla classica pappa al pomodoro, il pane fritto rappresenta un ottimo modo per ridare vita al pane di qualche giorno. Ma non si tratta solo di una ricetta da prepararsi “nel momento del bisogno”.
Il pane fritto, infatti, è una vera prelibatezza, che può essere utilizzato come alternativa al più comune pane cotto in forno. Friggere il pane lo rende ricco di sapore, oltre che croccantissimo.
Questa preparazione del pane fritto è quindi l’ideale anche per preparare dei crostini assortiti. Io lo gradisco in particolare quando preparo i crostini di carne coi fegatini di pollo, utilizzando il pane fritto.
Vi propongo quindi la mia ricetta del pane fritto, senza appesantire troppo il procedimento, che risulterà facile e anche veloce.

Leggi tutto

Pizzette fritte

pizzette fritte

Pizzette fritte: come preparare le pizzelle fritte tipiche Napoletane, irresistibili bontà

pizzette fritte

Le pizzette fritte napoletane, anche conosciute come “pizzelle fritte“, sono delle pizzette di impasto fritto croccanti e squisite. Si possono mangiare da sole, oppure condite con pomodoro, mozzarella e origano, per preparare le pizzette montanare, da fare fritte o al forno.
La ricetta originale delle pizzette fritte campane è molto facile. Si tratta di preparare un impasto con farina, acqua e lievito, proprio come quello della pizza, e poi friggerlo in abbondante olio bollente.
Il risultato è davvero irresistibile, poiché la frittura rende le pizzelle fritte croccanti e saporite. Potete prepararle anche come alternativa al pane o ai panzerotti, per accompagnare salumi e formaggi.
Vi serviranno solo pochi ingredienti per la pizza fritta e giusto il tempo di attesa per la lievitazione, per ottenere un antipasto o finger food irresistibile.
Vediamo come preparare l’impasto delle pizzette fritte e come cuocerle in padella.

Leggi tutto

Fiori di zucca fritti

Fiori di zucca fritti

Come fare i fiori di zucca fritti: croccanti fiori di zucca in pastella

Fiori di zucca fritti

Tra le ricette con i fiori di zucca, una delle più famose e gustose è quella dei fiori di zucca fritti in pastella.
Oggi vedremo come friggere i fiori di zucca in una pastella gonfia e croccante, che risulta molto friabile all’esterno, mentre dentro si sentono la consistenza soffice dei fiori e il loro gusto inconfondibile.
La pastella per friggere i fiori prevede l’utilizzo di pochissimi ingredienti, come l’acqua, la farina, il lievito e il sale e quindi è anche molto veloce da preparare.
Inoltre si tratta di un tipo di pastella per fiori di zucca senza uova, il che la rende più leggera, anche se con la presenza del lievito nell’impasto.
Proprio quest’ultimo ingredienti, infatti, permetterà ai fiori di zucca fritti di venire gonfi e croccanti, davvero irresistibili come contorno o antipasto.
Fondamentale per la buona riuscita dei fiori fritti in pastella è anche la frittura, che deve avvenire in abbondante olio bollente.
Una variante gustosissima della ricetta sono i fiori di zucca ripieni, ancora più ricchi e altrettanto sfiziosi.
Vediamo come preparare i fiori di zucca fritti con pastella senza uova.

Leggi tutto

Gnocco fritto

gnocco fritto

Gnocco fritto: ricetta emiliana dello stuzzichino fritto più appetitoso

gnocco fritto

Lo gnocco fritto è una ricetta tipica del Nord Italia, in particolare dell’Emilia Romana, a base di pasta fritta dorata e croccante, da accompagnare con salumi e formaggi.
Si tratta di un vero e proprio “street food”, poiché viene venduto nelle bancarelle di cibo tipico e fritto sul momento. I triangolini di pasta fritta, infatti, vengono immersi dentro a grandi “calderoni” per la frittura. L’impasto dello gnocco fritto si gonfia “per magia” grazie al calore, andando ad assumere il tipico rigonfiamento della pasta fritta.
La ricetta originale dello gnocco fritto emiliano prevede un impasto a base di strutto, farina e lievito.
Per la ricetta dello gnocco fritto possiamo decidere se utilizzare il lievito di birra, oppure il lievito madre, che renderà un po’ più leggera la pasta fritta.
Vediamo il procedimento originale per preparare lo gnocco fritto emiliano, dorato e croccante all’esterno e soffice all’interno.

Leggi tutto

Fishburger: hamburger di pesce

fishburger hamburger di pesce

Fishburger: hamburger di pesce impanato dal gusto unico e avvolgente

fishburger hamburger di pesce

Il fishburger, o hamburger di pesce, è un panino che arriva dagli Stati Uniti e che presenta diverse varianti, a seconda delle ricette. Il fish burger può essere preparato con pesce cotto in padella, o con pesce impanato fritto, anche se esistono ricette più leggere, in cui il fishburger è cotto al forno.
Oggi voglio proporvi una ricetta di hamburger di pesce davvero molto gustosa, che prende spunto dal fishburger McDonalds, mantenendo però la freschezza degli ingredienti.
In questo modo, con materie prime genuine, potrete preparare in casa il fishburger McDonalds, uno degli hamburger di pesce impanato più famosi e deliziosi.
Si tratta di un panino col pesce che si prepara con pochi ingredienti che, fondendosi tra loro, creano un sapore avvolgente. Per preparare il fishburger McDonalds in casa utilizzeremo infatti delle sottilette di formaggio Cheddar, salsa tartara e filetto di merluzzo impanato, da cuocere al forno o fritto, come prevede la ricetta originale del fishburger.

Prima di cominciare, è necessaria una piccola nota: l’hamburger di pesce, o fishburger McDonalds, può essere preparato utilizzando molti ingredienti pronti (panino per hamburger confezionato, salsa tartara pronta, filetto di merluzzo già impanato surgelato). Se si utilizzano, però, ingredienti freschi, da cucinare in casa, il risultato che otterremo sarà sicuramente più genuino e anche il sapore ne gioverà.
Ecco come preparare la ricetta del fish burger del McDonald fatto in casa.

Leggi tutto

Merluzzo al forno

merluzzo al forno

Leggi tutto

Mozzarella in carrozza

mozzarella in carrozza

Mozzarella in carrozza: la ricetta campana sfiziosa e filante

mozzarella in carrozza

La mozzarella in carrozza è un piatto originario della Campania, ma diffuso anche nel Lazio e oggi amato in tutta Italia.
La preparazione della mozzarella in carrozza è infatti molto semplice, poiché richiede l’utilizzo di pochi ingredienti, ma il suo sapore e la sua consistenza conquisteranno tutti, anche i più piccoli.

Oggi voglio proporvi il metodo classico per cucinare questo piatto, prendendo spunto dalla ricetta della mozzarella in carrozza proposta da Galbani.

mozzarella in carrozzaQuesta ricetta per la mozzarella in carrozza consiste nel mettere una fettina di mozzarella (fiordilatte o di bufala) tra due fette di pane raffermo, così da ottenere un ripieno filante. Questi appetitosi sandwich di mozzarella andranno poi fritti nell’olio bollente, dopo averli passati nella farina e nell’uovo.
In alternativa, è possibile utilizzare anche del pan carré, ma vi sconsiglio, invece, il pane per tramezzini, che risulterebbe troppo morbido.

Se volete optare per un piatto più leggero, potete inoltre scegliere di fare la mozzarella in carrozza al forno, anziché fritta.

Vediamo tutti i passaggi per preparare la mozzarella in carrozza in modo semplice e gustoso.

Leggi tutto

Carciofi alla giudia

carciofi alla giudia

Carciofi alla giudia: la ricetta completa dei carciofi fritti alla giudea.

carciofi alla giudiaI carciofi alla giudia (o carciofi alla giudea) sono una specialità tipica della tradizione romana, che deriva dalla cucina ebraica. Il termine “giudeo” significa infatti “della Giudea, ebreo”.
I carciofi fritti alla giudia in origine erano la pietanza con cui gli ebrei spezzavano il digiuno del kippur, lungo 24 ore, nel giorno dedicato alle preghiere per l’espiazione.
Oggi, i carciofi alla giudia sono uno dei piatti forti dei ristoranti nel cuore del centro storico di Roma, dove si trova l’antico ghetto ebraico.

Preparare i carciofi alla giudea è in realtà relativamente semplice: si tratta di aprire i carciofi “a fiore”, scostando le foglie l’una dall’altra, per poi friggerli in abbondante olio.
Per la scelta dei carciofi, il mio consiglio è quello di utilizzare dei carciofi romani (anche chiamati “cimaroli romaneschi“) o carciofi della Riviera, poiché queste qualità sono più tenere.

La ricetta dei carciofi alla giudia permette di cucinare dei carciofi fritti molto saporiti e abbastanza facili da preparare, se si seguono dei piccoli accorgimenti e segreti su come preparare e come friggere i carciofi.
Vediamo di seguito come cucinare i carciofi alla giudia, da servire come appetitoso antipasto o come contorno.

Leggi tutto

Come fare il petto di pollo impanato

come fare il petto di pollo impanato

come fare il petto di pollo impanato

Come fare il petto di pollo impanato è una delle domande che ci poniamo, quando dobbiamo impanare le fettine di petto di pollo, perché spesso non sappiamo quale ricetta utilizzare.

Infatti, ci sono diverse ricette per fare il petto di pollo impanato; con il pangrattato, senza uova, solo con la farina, solo con le uova, con la farina e le uova o come una cotoletta.

Allora, da dove bisogna cominciare per capire come fare il petto di pollo impanato?

Questo dipende da noi e da come vogliamo impanare il petto di pollo, se volgiamo avere un petto di pollo più morbido o croccante, più saporito o più leggero.

Oggi vi voglio illustrare i principali modi per preparare il petto di pollo impanato, con i metodi di cottura che potete utilizzare in base alla preparazione.

Leggi tutto

Cotoletta alla bolognese

cotoletta alla bolognese tradizionale

cotoletta alla bolognese tradizionaleLa cotoletta alla Bolognese è un tipico secondo piatto di carne della cucina bolognese. La sua origine antica, mantiene intatto il modo tradizionale di cucinarle se pur con il tempo ha avuto delle leggere modifiche.

Infatti, le cotolette alla bolognese si preparano con delle fettine di vitello, o in alternativa di pollo, le quali vengono prima fritte in strutto o burro, poi passate nel brodo di carne e sistemate in una teglia. Dopo averle ricoperte con delle fette di prosciutto crudo ed una spolverata di formaggio grattugiato si passano nel forno per completare la cottura. La stessa ricetta tradizionale prevede dopo la cottura l’aggiunta del tartufo locale, che in alternativa può essere sostituito con una piccola quantità di concentrato di pomodoro, che in questo caso viene aggiunto prima della cottura al forno.

Come potete vedere, la preparazione della cotoletta alla bolognese prevede uno specifico procedimento e determinati ingredienti, che, se utilizzati correttamente, ci permettono di cucinare la vera cotoletta alla bolognese come specificato nella ricetta originale detenuta e conservata presso la camera di commercio dall’accademia italiana di cucina.

Visto che non abbiamo potuto verificare tale ricetta, ci rifacciamo al confronto dei principali manuali di cucina che hanno fatto la storia delle tradizioni culinarie italiane, in modo da potervi presentare un’ottima preparazione di questo piatto.

Leggi tutto

Patate fritte

Patate fritte croccanti

Patate fritte: ecco la ricetta fatta in casa per renderle croccanti e dorate

Le patate fritte sono un contorno semplice e sfizioso che si prepara con le patate fresche, tagliate in diversi modi e fritte nell’olio, fino a farle diventare croccanti.

Mario mi chiede come fare le patate fritte croccanti e qual’è il modo migliore per tagliarle e friggerle.

Infatti, quando si vogliono preparare delle patate fritte fatte in casa, si devono seguire alcuni consigli fondamentali che vanno da come tagliare le patate a come vanno fritte correttamente, affinché siano croccanti e dorate.

Le patate fritte si possono preparare in vari modi, dalla classiche patatine tipo Mc Donald alle patate chips a quelle rustiche dalla forma rigata ed ondulata. Ma questi sono solo alcuni modi…

Prima di cucinare delle patate fritte, è bene utilizzare delle patate dalla grandezza omogenea e preferibilmente non troppo vecchie, perché il contenuto di amido nelle patate aumenta quando invecchiano. Quindi, essendo l’amido il nemico numero uno della croccantezza, si devono scegliere delle patate raccolte da poco. Inoltre, man mano che si tagliano le patate, devono essere messe in un recipiente pieno d’acqua fredda, per evitare che si scuriscano ed anche in modo da poter eliminare parte dell’amido e farle venire più croccanti dopo averle fritte.

Per una cottura perfetta, diventa fondamentale la doppia cottura delle patate fritte, ossia tuffarle nell’olio caldo e farle cuocere per 5 minuti, dopodiché alzarle dall’olio in modo che quest’ultimo possa aumentare la sua temperatura e poter completare la cottura, ottenendo delle patate molto croccanti.

Le patate possono essere tagliate a bastoncini con un coltello affilato oppure con un’apposito attrezzo che permette di ottenere delle patate tagliate a bastoncini dello stesso spessore.

Adesso vediamo degli ottimi consigli per friggere le patate, in modo da poter preparare un contorno facile ma davvero gustoso.

Leggi tutto

Polpette di spinaci e ricotta

polpette di ricotta e spinaci impanate

Un antipasto sfizioso o un secondo piatto vegetariano squisito: le Polpette di spinaci e ricotta

polpette di ricotta e spinaci impanate

Le polpette di spinaci e ricotta si preparano con una ricetta facile a base di spinaci lessi e tritati, ricotta e formaggio, con l’eventuale aggiunta di uvetta e pinoli. Dopo aver preparato l’impasto delle polpette di spinaci, si può scegliere di cuocerle al forno, oppure si possono impanare per bene per farle fritte, in modo da ottenere delle polpette di spinaci e ricotta croccanti all’esterno e morbide all’interno.

Per la ricetta delle polpette di spinaci e ricotta, si consiglia di utilizzare degli spinaci freschi e della ricotta vaccina. Se non trovate gli spinaci freschi, potete anche adoperare degli spinaci surgelati. Di seguito vediamo i vari consigli per fare le polpette di spinaci, in modo da poter preparare questa ricetta nel modo più facile.

Quando si preparano le polpette di spinaci e ricotta è fondamentale tritare gli spinaci per bene, in modo da poterli amalgamare perfettamente alla ricotta ed agli altri ingredienti. Solo così si possono cucinare delle polpette di spinaci davvero buone, da gustare in ogni occasione.

Leggi tutto

Frittata di uova classica: ecco come fare una buona frittata

Frittata di uova classica e tradizionaleLa frittata di uova è uno dei piatti più semplici, buoni e veloci che si possono preparare. Ma come fare una frittata perfetta? Quali sono gli ingredienti base e quanto tempo deve cuocere?

Con il termine frittata si intende una preparazione a base di uova sbattute e cotte in padella con un filo d’olio o una noce di burro spumeggiante.

Per fare una buona frittata, bisogna tenere in considerazione il numero di uova che si utilizzano, poi in base a questo, si deve utilizzare una padella antiaderente con una larghezza proporzionata alla quantità delle uova sbattute, in modo da ottenere una frittata con un giusto spessore e con una forma bella tonda.

Oltre a questo dettaglio, per fare la classica frittata bisogna sbattere per bene le uova, aggiungere un pizzico di sale ed eventualmente del parmigiano ed un pizzico di pepe. Dopo aver ottenuto un composto omogeneo, si passa alla cottura che deve essere effettuata esclusivamente in una padella antiaderente. Se si utilizza la quantità di uova di questa ricetta, basta versare versare il composto nella padella calda con un filo d’olio, coprire con un coperchio e lasciarla cuocere per circa 7-8 minuti prima di rigirarla dall’altro lato, capovolgendola in un piatto e facendola scivolare di nuovo in padella per completare la cottura per altri 6-7 minuti.

Se invece si vuole fare una frittata più grande, si lascia sempre risaldare per bene la padella antiaderente con un filo d’olio, poi dopo aver versato le uova, bisogna mescolarle con un cucchiaio di legno fino a farle rapprendere parzialmente. In questo modo si può conferire alla frittata una forma perfetta e farla cuocere velocemente, senza farla bruciare sotto, rigirandola poi dall’altro lato per terminare la cottura.

Adesso vediamo il procedimento completo con i consigli sulla preparazione.

Leggi tutto

Cosa cucinare alla befana: menù e ricette dell’Epifania

ricetta dal menù epifaniaCosa cucinare per befana, quali ricette si preparano per l’Epifania?

Ecco come preparare il menù per la festa della befana, per un buon pranzo dell’Epifania che tutte le feste porta via.

Nel giorno dell’Epifania si commemora la visita dei re Magi a Gesù bambino. Nella cultura popolare l’Epifania è conosciuta soprattutto come festa della befana, ed anche in questo giorno vale la pena preparare un buon menù con tante ricette per concludere al meglio la fine delle festività natalizie.

Maria mi chiede: “cosa cucinare alla befana e come si prepara il tipico menù dell’Epifania”. 

Anche per questo giorno di festa ci sono tante ricette tipiche che si possono preparare e che variano da regione a regione. Infatti non esiste un unico menù dell’Epifania, ma piuttosto una serie di piatti tradizionali della nostra cucina, da cui si possono trarre alcune interessanti idee per poter preparare un buon menù per la festa della befana.

Oltre agli antipasti, i primi e i secondi piatti, nel giorno dell’Epifania non devono mancare le ricette per bambini, in modo da preparare un menù della befana per tutta la famiglia.

Leggi tutto

Baccalà fritto alla napoletana: ricetta e tempo di cottura

baccala fritto alla napoletana tradizionale

baccala fritto alla napoletana tradizionaleIl baccalà fritto alla napoletana è il secondo piatto tipico della vigila di Natale per tutti i napoletani e gran parte dei campani. Ma come fare un ottimo baccalà fritto napoletano con la ricetta tradizionale di Napoli.

Questo è un piatto semplice ma molto saporito che non manca mai durante questo periodo. Di solito si acquista qualche giorno prima, proprio per poterlo tenere a bagno nell’acqua per fargli perdere l’eccessiva sapidità. Infatti è buona regola, tenerlo a bagno per circa 4 giorni cambiano regolarmente l’acqua almeno una volta al giorno. Se poi il baccalà risulta ancora troppo salato, si consiglia di cambiare l’acqua almeno due volte al giorno. Alcune qualità di baccalà possono richiedere anche più giorni per l’ammollo, soprattutto se si tratta di pezzi interi molto grossi.

Il vero baccalà fritto alla napoletana si prepara con pezzi di baccalà precedentemente tenuti a bagno nell’acqua per 4-5 giorni, dopodiché scolati per bene, infarinati abbondantemente e fritti nell’olio bollente.

Una delle caratteristiche della ricetta del baccalà fritto alla napoletana è che dopo la cottura deve essere croccante e ben dorato, mentre la parte interna rimane tenera e succulenta. Per ottenere questo risultato bisogna fare attenzione alla temperatura dell’olio ed al tempo di cottura. Infatti se la temperatura dell’olio è troppo bassa, non si crea quella crosticina esterna croccante mentre l’interno tende a diventare troppo asciutto. Nell’altro caso, una temperatura troppa alta, rende il baccalà troppo croccante e scuro all’esterno mentre l’interno non risulta cotto perfettamente.

Adesso vediamo come friggere il baccalà alla napoletana con tutti i consigli sulla preparazione e sulla cottura.

Leggi tutto